Venerdì tornano Le Iene su Italia 1. L'autore Parenti difende Sortino dopo le accuse del figlio di Mastella: "E' un ottimo giornalista"

ienelog.jpg

Nuova collocazione settimanale, il venerdì sera su Italia 1, sempre in diretta, per Le Iene (voto: 8) ma cast (vincente) immutato: Ilary Blasi (6), Luca Bizzarri (6,5) e Paolo Kessisoglu (6,5). In programma scontri e beffe a servizi di sicurezza negli aeroporti, interviste a clienti razzisti di prostitute albanesi, azioni di disturbo con domande improbabili a politici o vip dello spettacolo, riti scaramantici imposti ai protagonisti del calcio e non solo, inchieste sui paradisi fiscali, sull'immigrazione.
E' la realtà con i suoi paradossi ad alimentare come sempre Le Iene. Torneranno inoltre le interviste doppie, formula azzeccata (e stra-copiata) creata dagli autori del programma per mettere a confronto personaggi del mondo dello spettacolo, della politica, dello sport su argomenti di interesse comune.
C'è, però, molta attesa per il servizio di Alessandro Sortino su Elio Mastella. L'autore Davide Parenti ha detto a La Stampa: "Non avete aspettato che Alessandro dicesse la sua e avete dato subito ascolto al figlio di Clemente che tirava in ballo parentele e raccomandazioni. Di raccomandato Ale non ha nulla. E' venuto da me alle Iene quando guadagnava un pezzo di pane, eppure si è sbattuto, è cresciuto e ha sviluppato un suo modo di fare giornalismo d'inchiesta. E' uno dei migliori giornalisti italiani, un ottimo professionista ed è arrivato dov'è, uno degli uomini perno delle Iene, solo per bravura personale".
Sul fatto che avrebbe portato una busta di arance ad una donna appena messa agli arresti domiciliari (Sandra Lonardo, moglie dell'ex ministro della Giustizia): "E' una cosa estrapolata dal contesto. Venerdì ve ne renderete conto da soli. Finalmente Sortino avrà modo di scaricarsi di dosso il fango che gli è stato gettato da chi, a differenza sua, invece di scrivere ciò che vede, racconta solo ciò che ha ascoltato".
  • shares
  • Mail