Fiori d'arancio per Eva Grimaldi ed Imma Battaglia, presto spose

Dopo sette anni d'amore, arriva la proposta di matrimonio durante una conferenza stampa.

eva-grimaldi-imma-battaglia-matrimonio-sposa

Eva Grimaldi, protagonista della penultima edizione de L'Isola dei Famosi, e la sua compagna Imma Battaglia si sposeranno. Manca ancora una data - il mese delle nozze potrebbe essere aprile 2019 -, ma la proposta è stata fatta ufficialmente dall'ex-consigliera del Comune di Roma all'attrice in occasione della conferenza stampa del Gay Village, grande evento LGBT della Capitale di cui la Battaglia fu socia fondatrice.

Un luogo del cuore per una proposta inattesa e fuori programma, secondo quanto dichiarato da Imma Battaglia ai microfoni di Chi, nata alla domanda dei giornalisti presenti all'incontro sul rapporto con l'ex-naufraga:

Non era preparata, lo giuro! A un certo punto mi hanno chiesto di Eva... E io ho risposto: “Ma Eva è il mio amore, anzi è mia moglie... Adesso ci sposiamo, infatti !” Credo sia giusto così, dopo 7 anni d’amore... Mi è uscito proprio dal cuore. È il mio punto fermo della vita. Perché no, allora?

L'attrice ha le idee chiare sull'organizzazione della celebrazione dell'unione civile: "elegante e non scontata, atipica" nella Sala Rossa del Campidoglio, teatro delle lunghe battaglie della futura moglie per il riconoscimento dei diritti civili, vestito tradizionale per lei e da Lady Oscar (o da Principe Harry!) per la compagna. Nonostante l'annuncio delle nozze sia stato diffuso appena qualche giorno fa, per l'occasione è già nato un gruppo Whatsapp per tutti gli invitati, anche per gli ex, intitolato "I will".

Nell'intervista doppia nel settimanale di Alfonso Signorini hanno trovato spazio anche le riflessioni della coppia sulla possibilità di adottare un bambino. In modo particolare la Grimaldi ha specificato:

Adottare non è facile per noi. Dobbiamo prima guardarci negli occhi e decidere che cosa fare. Io adesso voglio un po’ di leggerezza. Farò per un po’ solo la moglie, poi vedremo.

La Battaglia, impegnata da anni nella lotta all'omofobia e alla promulgazione di una legge per la tutela delle famiglie omogenitoriali, ha sottolineato il valore politico di un matrimonio tra due donne in questo periodo della storia italiana:

Con la vittoria del populismo di destra, nel nostro Paese, chi ha combattuto per la libertà dovrà lasciare da parte la rabbia e mettersi a lottare.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO