Gerry Scotti: "Rifarei Chi vuol essere milionario? ma non si capisce chi ha i diritti. Flavio Insinna ha sbagliato ma si è 'sparato' troppo"

Il conduttore, intervistato da 7 del Corriere della Sera, rivela il quiz che vorrebbe riproporre, difende il collega attaccato da Striscia la notizia e parla dei suoi possibili eredi.

dcbad3cf-4ae9-4713-82db-7c3f8e10581a.jpg

Gerry Scotti (voto: 7), intervistato da 7, il magazine del Corriere della Sera, racconta i suoi impegni televisivi del momento (ha appena terminato Tu sì que vales 4): "Registro circa tre puntate al giorno del quiz preserale The wall e il 16 dicembre sarò in Vaticano per il concerto di Natale. Tutto per Canale 5. E poi ci sono le telepromozioni".

Vorrebbe riesumare "a furor di popolo Chi vuol essere milionario?". Ma "non si capisce più chi ne detiene i diritti in Italia. Lo ri-accendiamo?".

Questa frase la creò lui nel game show mentre per The wall ha coniato "Il muro dà e il muro prende".

Non vede suoi eredi televisivi all'orizzonte: "Alessandro Cattelan è bravo. Mi piacevano anche Daniele Bossari e Alvin, educati e composti. Ma in giro non vedo altri Scotti o Bonolis o Conti o Fiorello. Forse perché noi avevamo una fame che ora non c'è più. Forse perché ora si pensa di essere arrivati appena si raggiunge un milione di follower su qualche social network".

Non manca, infine, una considerazione sul caso-Flavio Insinna: "Difendo la categoria. Si è sparato abbastanza sulla Croce Rossa Insinna. Lui ha sbagliato, però può capitare a tutti di dare in escandescenze durante una riunione. Non sembra, ma è un lavoro stressante. Chi ha registrato quelle conversazioni è stato molto scorretto". E chi le ha mandate in onda è Striscia la notizia... che proprio Scotti tornerà a condurre dall'8 gennaio al 3 febbraio.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.01 su 5.00 basato su 108 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO