Rita Bellanza a X Factor, Aldo Grasso: "Cacciata dai giovani spietati". Selvaggia Lucarelli: "Da pompata a sfigata nell'arco di due mesi"

Ecco le opinioni di due critici televisivi sull'eliminazione della cantante nel 6° Live dell'undicesima edizione del talent show di Sky Uno.

rita-bellanza-con-levante-x-factor-11.jpg

RASSEGNA STAMPA/WEB Ecco due opinioni autorevoli sull'eliminazione di Rita Bellanza a X Factor 11.


Aldo Grasso sul Corriere della Sera


"Non fidatevi del pubblico, anche quando applaude. La spietatezza è la meno simulata delle sue emozioni. Ne sa qualcosa Rita Bellanza la cui avventura a X Factor è tristemente finita. Nonostante i quattro giudici (più Gianni Morandi) abbiano continuato a salvarla (anche per ragioni di audience), il pubblico ha stabilito che fosse lei a dover uscire di scena. Non so bene perché, ma l’eliminazione di Rita Bellanza ci dice molto sul pubblico più giovane, quello che segue i talent show. Nelle competizioni televisive, non sempre è la bravura a essere premiata. Rita era stata annunciata come la vincitrice di questa edizione, sia per una bella esibizione di Sally di Vasco, sia soprattutto perché aveva alle spalle una storia d’infanzia infelice. Il pubblico più adulto è spietato anche nell’amare questo tipo di storie: l’abbandono paterno, l’accoglienza in una comunità in Lombardia, l’affido a tre diverse famiglie… Quando gli autori hanno in mano «un’infanzia infelice» sono pronti a costruirci storie, per loro è una manna. Ma il pubblico di X Factor non è cresciuto sui libri che un tempo forgiavano le coscienze. No, il pubblico non ha gradito le interpretazioni di Rita Bellanza e l’ha cacciata via senza pietà. Quell’intesa spietata che servirebbe per arginare i troppi stalentati che circolano nei programmi televisivi".


Selvaggia Lucarelli sui social


"Essere Aldo Grasso e non sapere più mettere a fuoco il problema. Secondo lui, a proposito del caso Bellanza, non è il sistema ad essere crudele ma il pubblico gggiovane e cattivo perché l’ha fatta (legittimamente) uscire. (Secondo me non vede X Factor 11)".

"Bisognerebbe stampare un opuscolo sulla parabola di Rita Bellanza a X Factor e consegnarlo gratuitamente a tutti i ragazzi e le ragazze che cercano la fama attraverso la tv. Pompata in maniera incomprensibile prima ancora di iniziare le dirette, spammata su tutte le homepage dei siti importanti, definita voce miracolosa, commovente, incredibile per un'esibizione fortunata, è arrivata all'inizio del programma da vincitrice annunciata. Che notoriamente è una roba da grattarsi come con un ciuffo di ortiche nelle mutande. Poi sono cominciate le prime serate. Levante che le assegna canzoni stracciapalle, lei che inizia a stonare, lei che è lì dentro che ha già qualcosa da perdere prima di aver guadagnato qualcosa, se non una pubblicità sproporzionata prima di entrare. Quelli che la osannavano sul web iniziano a insultarla. Su Twitter è un fiume di 'levatevela dalle palle' e 'fai cagare'. Ora, finalmente, va fuori, così magari può tornare ad essere una persona che una fetta di web non vorrebbe vedere sotto un camion. Morale. Come passare da essere una sconosciuta alla Madonna a una sfigata nell'arco di due mesi. Ecco. Se volete fare un talent, qualunque esso sia, ricordatevi la storia di Rita Bellanza. Perchè ormai si può venire uccisi dal sistema prima ancora di entrare nel sistema".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail