Rita Bellanza: "Caso umano a X Factor? In parte, non sono quella presentata nei filmati. Hanno inciso l'emozione e la voce. Voglio vivere di musica"

La cantante, intervistata da Repubblica, racconta l'esperienza nel talent show di Sky Uno e spera di non essere andata avanti nella gara solo per la sua storia.

rita-bellanza-levante-x-factor.jpg

Rita Bellanza, uscita nel 6° Live di X Factor 11 (voto: 7), si racconta a Repubblica che ricorda la sua storia: un padre che la abbandona a 7 anni, tre affidi famigliari prima di trovare le persone giuste. "Sono stata un caso umano? Purtroppo sì, almeno in parte - risponde - Anche se spero e credo di non essere stata eliminata prima per questo motivo, la cosa mi renderebbe furibonda. E io non sono la ragazza presentata nei filmati introduttivi, sono molto di più e di diverso".

Le due spiegazioni sul peggioramento da Sally alle Audizioni fino a La donna cannone ai Live? "Prima, l'emozione: nelle prove sono sempre stata perfetta, appena si accendeva la lucetta sulla telecamera, trac, in me si spegneva la luce, quel palco ti risucchia l'anima. Seconda, la voce: mi manca la tecnica e sono la prima a saperlo, forse ho sbagliato a partire così forte, ho suscitato troppe aspettative".

Lei ringrazia Levante "per come mi ha seguito e difeso".

E intende "campare di musica", "non solo perché ho un contratto con la Sony. So bene che non sarà facile, che quasi tutti quelli usciti da lì sono spariti a breve, io credo di potercela fare".

Comunque rifarebbe X Factor "malgrado sia un lavoro da pazzi, o forse proprio per quello. Si conoscono persone fantastiche. E Manuel Agnelli mi ha dato molti consigli su come sopravvivere alle critiche, anzitutto credendo in se stessi. E' quello che farò da oggi".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail