Rosy Abate-La serie 2 ci sarà, Pietro Valsecchi: "La storia non si conclude nella prima stagione, Giulia Michelini era titubante all'inizio"

Il produttore della Taodue, intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, dà per certo il seguito della fortunata fiction di Canale 5 ed elogia l'attrice protagonista.

rosy-abate-e-leonardino.jpg

"La troupe è composta da 100 persone, a cui si aggiungono il cast, le comparse… La serie è costata complessivamente 8 milioni di euro e siamo soddisfatti degli ottimi risultati per Mediaset": lo ha detto recentemente a Tv Sorrisi e Canzoni Pietro Valsecchi, fondatore di Taodue, che ha prodotto Rosy Abate-La serie (voto: 7), in onda la domenica sera su Canale 5 con ottimi ascolti.

Il merito principale del successo? "Va soprattutto a Giulia Michelini, al suo talento e alla sua interpretazione spettacolare. E pensare che la cosa più difficile è stata proprio convincerla a recitare ancora in questo ruolo. All’inizio era titubante, ma poi come tutti noi ha capito che Rosy, con la sua umanità, la sua forza ma anche la sua fragilità, è un personaggio che ha ancora molto da dare. E infatti la storia non si conclude qui: stiamo già scrivendo la prossima stagione".

E, a giudicare dal recente comunicato dello stesso produttore in cui scrive "Lunga vita a Rosy Abate perché il suo mito e la sua storia è appena incominciata", c'è da immaginare che sono in cantiere anche la terza-quarta-quinta stagione... Dati Auditel permettendo, ovviamente.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 549 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO