Hell's Kitchen Italia 4: vincitore Mohamed Lamnaour, al 2° posto Erika Ciaccia, al 3° Tommaso Olivieri nella finale del 21 novembre

Ecco cosa è accaduto nell'ottava e ultima puntata della quarta edizione del cooking show di Sky Uno, in onda martedì 21 novembre 2017. Chi ha vinto? Qual è la classifica finale?

mohamed-vincitore-hells-kitchen-italia-2017.jpg

Ecco cosa è accaduto nell'ottava e ultima puntata di Hell's Kitchen 4 (voto: 6,5), in onda su Sky Uno.

Hell's Kitchen Italia 4, i concorrenti finalisti (nomi e schede)


Erika Ciaccia

, 28 anni, sous chef brindisina. Dall’età di 11 anni lavora nel ristorante di famiglia, dove attualmente divide la cucina con i proprio genitori.

Mohamed Lamnaour, 31 anni, nato in Marocco. Molto legato alla sua famiglia, attualmente vive in Alto Adige dove lavora come sous chef.

Tommaso Olivieri, 25 anni, dalla provincia di Chieti. Avendo una famiglia di ristoratori, si è avvicinato da subito al mondo della cucina. Attualmente gestisce proprio la cucina del ristorante di famiglia.

Hell's Kitchen Italia 4, riassunto dell'ultima puntata di martedì 21 novembre 2017: vincitore Mohamed, classifica finale


Carlo Cracco 

accoglie gli chef insieme ai sous-chef Mirko Ronzoni e Sybil Carbone, la prova si gioca sulla pasta. Ospite Eleonora Cozzella, che ha anche scritto un libro dal titolo Pasta revolution, ispirato proprio alla tendenza che negli ultimi anni vede gli chef italiani ripensare l’utilizzo della pasta. Gli chef hanno la totale libertà di creare ciò che vogliono, lasciando andare la mente e cucinando primi, secondi, dolci, ma non perdendo di vista che la pasta debba rimanere sempre la protagonista. Tommaso è il primo a sottoporre il suo piatto, nel quale Cracco sta cercando quale sia l’effettiva rivoluzione: il gusto non è male e la Cozzella apprezza anche il coraggio di andare a lavorare su un piatto così importante per la cucina italiana come la carbonara. Erika presenta il “Pacchero di Tonino”, ispirato a suo padre, ma Cracco è costretto subito a fare un’osservazione, facendo notare come senza quella “parentesi aperta” al caffè il piatto sarebbe stato più pulito e ordinario, il sapore invece è un po’ complesso, specialmente nella parte dove si trova il caffè. Mohamed invece ha pensato a un viaggio, che parte da nord e prosegue fino ad arrivare in Marocco e il piatto fin da subito convince Cracco ed la Cozzella, che però avanza una critica agli chef, i quali avevano a disposizione molti tipi diversi di pasta, ma più volte si sono ripetuti scegliendo il pacchero. Mohamed è il primo finalista, il suo era un piatto veramente degno di questa finale. Può quindi indossare la giacca da finalista e iniziare a prepararsi per l’ultimo servizio.

Nelle cloche davanti agli altri due sfidanti è racchiuso l’ingrediente protagonista della prossima prova, che è anche il loro ingrediente preferito: per Erika è lo zenzero, per Tommaso è la triglia. Erika si è dimostrata tecnicamente più precisa ed è lei che può indossare la giacca per affrontare il servizio decisivo.

Per Mohamed ed Erika arriva quindi il momento di stilare un proprio menù che sorprenda il diavolo, ma ovviamente anche scegliere e formare le brigate con cui lavorareper il servizio finale per soddisfare tutti i clienti del ristorante di Hell’s Kitchen. Tra gli ex concorrenti arrivati per la finale la scelta è ardua, perché, oltre a elementi capaci tecnicamente, devono riuscire a selezionare personalità con le quali potranno lavorare nel modo migliore, evitando contrasti e rallentamenti. Mohamed è stato il vincitore della prima prova e può quindi fare lui la prima scelta, che ricade su Marta, una delle concorrenti più desiderate. Erika risponde prendendo Enza, a cui aggiunge Natascha, Andrea A e Monica, intenzionata a mettercela tutta nel tappare i buchi. Alla fine Mohamed ha scelto, oltre Marta, Andrea DLuiz e Margherita.

Molti amici di Hell’s Kitchen sono arrivati per cenare con i menù delle brigate: ci sono Manuel Agnelli, chef Wicky Priyan e il sempre presente dottor Scardovelli che assaggiano il menù di Erika, mentre Le Donatella testano le preparazioni del menù di Mohamed. Per questa importante serata Lorenzo, che ha dovuto abbandonare la cucina per un malore improvviso durante il servizio della semifinale, è tornato a far forza agli chef, accompagnato dalla sua fidanzata. Per i finalisti arrivano anche degli ospiti molto attesi: le loro famiglie, che siedono agli Chef’s Table. In ultimo fanno il loro ingresso nel ristorante tre ospiti d’eccezione: il critico gastronomico Andrea GrignaffiniPino Masuelli, patron della storica trattoria milanese Masuelli-San Marco, e Linda Bertoni, marketing manager del JW Marriott Venice Resort and Spa.

I giochi sono fatti. Il vincitore della quarta edizione del cooking show è Mohamed.

Puntata del 21 novembre 2017

Segui Reality & Show su FacebookTwitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.17 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO