Marco Carta: "Vittoria a Tale e quale show? Dedicata ai fan, pensavo di arrivare 2°. Carlo Conti mi voleva da 3 anni, Maria De Filippi felice"

Il cantante sardo, intervistato dal settimanale Spy, commenta la partecipazione nel programma di Rai1 e parla dei due conduttori.

carlo-conti-marco-carta.jpg

"Puntavo alla vittoria? Assolutamente no, pensavo di arrivare secondo": parola di Marco Carta, vincitore di Tale e quale show 7, che si racconta al settimanale Spy.

Tra i cantanti imitati l'ha emozionato di più "Fausto Leali, non ero più Marco Carta, ero spogliato di tutto, emozionato e terrorizzato".

Il più difficile da interpretare è stato "Riccardo Cocciante, ha un accento molto strano, è stato difficilissimo".

La vittoria la dedica "ai miei fan, che non mi hanno mai abbandonato".

La preparazione delle puntate è stata dura: "Si pensa che per un cantante sia più facile, invece è l'esatto contrario. Chi è solo intonato può costruire su base vergine e plasmarla. Un cantante ha identità e personalità chiare ed è difficile distaccarsene".

Su Carlo Conti dice: "Mi chiedeva di partecipare da tre anni ma ero sempre impegnato. Ho scoperto una macchina perfetta. Lui è un grandissimo professionista, una persona molto bella e un gran lavoratore".

Quanto a Maria De Filippi "ci siamo sentiti per l'in bocca al lupo. Penso sia felice per la mia carriera".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail