Adriana Volpe: "Scuse di Giancarlo Magalli? Lo querelo, sono stata infangata". Michele Guardì: "Cerchiamo di arrivare vivi alla fine"

La conduttrice de I fatti vostri, intervistata da Chi, preannuncia di voler difendersi in Tribunale nonostante le scuse in diretta tv del collega. Interviene anche il regista.

Adriana Volpe, nella puntata de I fatti vostri di lunedì 3 aprile su Rai2, aveva accettato le scuse di Giancarlo Magalli... ma "solo per quello che è successo in studio". Ora, nell'intervista a Chi, si ha la (definitiva) conferma che la vicenda non finisce qui.

"Troppo grave... Ho incassato sempre, in tutti questi anni. Trovo giusto pretendere giustizia quando si subisce una violenza di questo tipo. Sarò tutti i giorni sul mio posto di lavoro per andare avanti. E lo farò con grande impegno. Perché un programma quotidiano come questo per me è l'ideale, mi permette di fare ciò che amo e di stare il più possibile con mia figlia. Però pretendo un risarcimento".

Quindi lo querela? "Voglio fare come Michelle Hunziker, che è la bandiera delle donne che denunciano chi le tormenta. Non si può far passare che un uomo ti infanghi fino a questo punto, senza fare nomi e cognomi, poi... Mia figlia da grande potrebbe trovare nella Rete tracce di questo fango su sua madre. Spero solo di non pagarne le conseguenze".

E il regista Michele Guardì commenta: "Mi pare che l'ascia di guerra per adesso possa essere riposta, hanno fatto pace in diretta. Sì, certo, mica si amano, ma ce la faremo, se non ricominciano. E l'anno prossimo? Ah, non ci penso: per ora cerchiamo di arrivare vivi alla fine...".

scuse_magalli.png

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail