L'onore e il rispetto-Ultimo capitolo, Gabriel Garko è ancora Tonio Fortebracci su Canale 5: personaggi, cast, trama, foto e video

Anticipazioni sui personaggi, sul cast e sulla trama della quinta stagione della fiction di Canale 5, in onda da venerdì 31 marzo 2017. Dichiarazioni, fotogallery e video.

Venerdì 31 marzo su Canale 5 inizia la quinta e ultima stagione de L'onore e il rispetto, la fiction prodotta da Ares Film.


L'onore e il rispetto-Ultimo capitolo, il cast artistico: attori protagonisti e personaggi interpretati


Gabriel Garko Tonio Fortebracci
Bo Derek Chantal Cusano
Valerio Morigi Ettore De Nicola
Daria Baykalova Daria Bertolaso
Bruno Eyron Nicola Maino
Mattia Sbragia Luigi Cusano
Sara D’Amario

Suor Lucia
Giulia Petrungaro Rosalinda
Alfredo Pea Don Peppe
Alberto Molinari Carmine Lepore
Lisa Gastoni Contessa Adriana Minniti
Olga Shutieva Giada Cusano
Gilberto Idonea Trapanese
Giacomo “Ciccio” Valenti Salvo Maccaluso
Ilaria Iannuzzi Gabriella
Toni Garrani Silvio Rocchi
Cristiano Pasca Ricky
Beatrice Galati Antonia Fortebracci
Daniele Perrone Giuffrida
Mario Ermito Caruso
Gigi Garretta Calosci
Nunzio Bertolami De Rosa
Lucio Patanè Li Castro
Camilla Ferranti Elvira Maino
Lucia Sardo Ida
Alessandro Fella Conte Felice Minniti
Maria Letizia Gorga Direttrice collegio
Nusat Duran Michela Maccaluso
Aurora Quattrocchi Nonna Eroina-Immacolata
Mimmo Mignemi Salvatore Dagò
Simona Malato Assunta Dagò
Davide Lorino Padre Raffaele
Michelle Carpente Emanuela
Urs Remond Dupont
Riccardo Maria Manera Maurice Dupont
Lucrezia Fiaschetti Suzie
Carlotta Maggiorana Sofia
Giusy Amato Maria Rocchi
Marco Vernile Jean Vigò
David Sebasti Robertino De Marchis

L'onore e il rispetto-Ultimo capitolo, anticipazioni sulla trama


Tonio Fortebracci (Gabriel Garko) si risveglia in una cantina buia e sporca. Sono passati due anni da quando Ettore De Nicola (Valerio Morigi) e i suoi uomini, dopo aver ucciso Carmela, grande amore di Tonio, e sterminato la sua famiglia, l’hanno rapito e torturato per fargli confessare dove avesse nascosto il tesoro.

Ora tutti lo credono morto ma Dagò, l'uomo di De Nicola incaricato di ucciderlo dopo le inutili torture, lo ha lasciato in vita e lo nasconde in uno scantinato.

Una retata della polizia porta Dagò in carcere per detenzione di armi ma nessuno dei poliziotti incaricati di perquisire la casa, si accorge di quell'ammasso di coperte sotto cui si nasconde qualcuno.

Lì sotto c'è Tonio Fortebracci: cammina a stento, la luce acceca i suoi occhi troppo abituati al buio, i suoi muscoli sono deboli per mancanza di cibo, ma la voglia di libertà è troppo forte e Tonio corre... corre finché le gambe ce le fanno, finché il fiato ce la fa. Poi sviene e viene risvegliato da un bambino, Adelchi. Vive con sua madre Michela lì vicino, e quando Tonio arriva nei pressi della loro masseria, trova un uomo che cerca di violentarla e Tonio lo ferisce, mettendolo in fuga. Con Michela nasce un rapporto strano: lui ha perso la memoria a causa delle torture subite, deve cercare se stesso e il suo passato; lei vuole che qualcuno le restituisse la luce negli occhi e l'aiutasse a proteggere suo figlio da quell'animale che l'aveva aggredita e che vuole portargli via la terra e la dignità.

Nasce una storia di complicità, e Michela è pronta a fare qualunque cosa per aiutarlo a ritrovare il suo passato. Ma Ettore De Nicola ha saputo che Tonio è vivo e vuole ucciderlo. Questo interferisce con le loro vite e, ormai riacquistata la memoria, Tonio è convinto di aver perso Carmela e i suoi figli. Il suo unico scopo, ora, è vendicarsi di chi gli ha strappato il cuore e chiede aiuto a Daria, diventata Ispettore di Polizia. Cercano, insieme, di incastrare il corrotto procuratore Trapanese e il boss Ettore De Nicola: i due sono legati da affari di droga che riescono a inviare in america grazie all'aiuto ci una suora che Ettore ha circuito. Suor Lucia, infatti, nasconde la droga nei corredi che invia dal convento e, intanto, intrattiene una relazione con Ettore aspettando che il boss la sposi, come ha promesso. Nessuno dei due aveva fatto i conti con gli imprevisti e, in questo caso, l'imprevisto si chiama Rosalinda, la nipote di Trapanese, donna forte e determinata, decisa a non seguire i dictat dello zio e a ribellarsi al destino che hanno segnato per lei. Rosalinda ed Ettore sono sue caratteri forti, due leoni che si incontrano e si innamorano. Insieme vogliono estromettere Trapanese dal business della droga e appropriarsi anche del mega affare che Trapanese stava portando avanti con la contessa Minniti e il ministro Cusano. Quando Suor Lucia scopre di Rosalinda, blocca le spedizioni della droga ed è intenzionata a realizzare il suo sogno di sposa...

Tonio si imbatte intanto in Chantal, la moglie del ministro Cusano, con la quale inizia una breve relazione. Per caso la rincontra nella villa dei Minniti, in una festa in cui Tonio si è intrufolato grazie alla sconosciuta Giada, con l'obiettivo di uccidere Ettore De Nicola. L'arrivo di Suor Lucia sorprende tutti e impedisce a Tonio di portare a termine la sua vendetta. Giada lo aspetta in macchina, e Tonio ancora non sa che quella ragazza tormentata e indifesa è proprio la figlia del ministro Ciusano e della sua amante Chantal. Giada entra nella vita di Tonio per non uscirne più. Mentre il nostro Fortebracci incrocia persone sempre più pericolose, intrecciando le trame dei loschi affari della banda della magliana e dei marsigliesi, il suo cuore ricomincia a battere per Giada, così fragile e bisognosa d'amore, che forse si lascerà salvare dalla dipendenza da eroina, per salvarlo, a sua volta, e proiettarsi in una vita migliore.

E chissà, forse Tonio, ormai rassegnato, scoprirà che qualcosa di prezioso, della sua vecchia vita, è rimasto; forse il suo vecchio amico Ricky non è morto e i suoi figli non lo hanno dimenticato...

L'onore e il rispetto-Ultimo capitolo, i personaggi: la scheda


TONIO FORTEBRACCI (Gabriel Garko)
Tonio scappa da uno scantinato dove è stato tenuto prigioniero per anni in condizioni di stenti. Ha perso la memoria a causa dei maltrattamenti subiti e lungo il suo cammino incontra Michela che si prende cura di lui. L’unico modo che ha per ritrovare la sua identità è presentarsi in questura, proprio da quei poliziotti che erano già sulle sue tracce. Daria (Daria Baykalova), l’Ispettore, gli offre il suo aiuto, ma il clan De Nicola ha intenzione di ucciderlo. Una volta ritrovata la memoria la situazione non sembra migliorare: l’intreccio che sta nascendo tra mafia, affari e politica fa sì che per lui sia sempre più difficile resistere alla caccia spietata di Ettore De Nicola (Valerio Morigi). Solo l’amore vero di una donna lo salverà da una spirale di violenza e vendetta in cui rischia di essere risucchiato.

ROSALINDA (Giulia Petrungaro)
Rosalinda è la figlia di Ida (Lucia Sardo), sorella del procuratore Trapanese (Gilberto Idonea) di cui è succube poiché vuole mantenere il tenore di vita e il lustro che concede alla sua famiglia, e di Don Peppe (Alfredo Pea), un uomo vile e continuamente sottomesso ai voleri della moglie e del procuratore. Della figlia apprezza e sostiene il coraggio che lui non riesce ad avere. Il procuratore Trapanese, dopo aver fatto studiare in collegio Rosalinda, la riporta a casa per darla in sposa al conte Minniti, ma il suo carattere indipendente e forte la aiuta ad evitare il matrimonio combinato e a conquistare il cuore del boss Ettore De Nicola. Diventano così una coppia unita da un grande amore e da un patto delinquenziale: riescono a mettere i bastoni tra le ruote al potente zio e Rosalinda, nonostante la sua giovane età, diventa la forza che unisce i nemici di Tonio in un unico fronte tra Cosa Nostra e la politica.

ETTORE DE NICOLA (Valerio Morigi)
Ettore De Nicola è il Padrino di Sirenuse; quando scopre che Tonio è ancora vivo i suoi affari con Trapanese e con i “cugini” americani diventano più complicati, e il suo desiderio di eliminarlo si fa sempre più forte. Nella vita del Boss fa il suo ingresso Rosalinda, che con la sua feroce determinazione e il suo amore “nero” lo porta a vivere una passione mai provata precedentemente, e ad aumentare le sue capacità criminali.

SUOR LUCIA (Sara D’Amario)
Suor Lucia è la Superiora del Convento di Santa Rosalia. La sua vita viene sconvolta dall'incontro con Ettore De Nicola, per il quale tradisce i giuramenti fatti a Dio. Ettore oltre a farle rompere il voto di castità e a erigere promesse di matrimonio, tanto che il suo vestito da sposa è già pronto in attesa del grande giorno, la coinvolge anche nel suo spaccio di droga negli Stati Uniti. L'arrivo di Rosalinda (Giulia Petrungaro) nella vita di Ettore, incrina il rapporto tra il boss e la Suora, che, profondamente delusa, per ripicca blocca il traffico di droga mettendo in difficoltà Ettore con i complici americani.

DARIA (Darya Baykalova)
Daria, divenuta ormai commissario capo, si imbatte nel Commissario Maino (Bruno Eyron) che è tornato in Sicilia. Il Commissario è una sua vecchia conoscenza incontrata durante un corso a Roma; tra loro, ai tempi, erano state gettate le basi per una storia d'amore e, ora sembra che ci sia la possibilità di viverla pienamente, ma l’amore non basta poiché la donna non sembra essere disposta a perdonare la disonestà.

COMMISSARIO MAINO (Bruno Eyron)
Maino, diventato il nuovo sostituto procuratore, torna in Sicilia intenzionato a sposare Daria (Daria Baykalova): per poter realizzare questo desiderio ha, infatti, avviato le pratiche per l'annullamento del precedente matrimonio alla Sacra Rota. É sinceramente innamorato di Daria, ma i loro programmi non riescono a realizzarsi, perché lei non è disposta a perdonare un suo grande errore.

COMMISSARIO ROCCHI (Toni Garrani)
Il Commissario Rocchi è collega, amico e confidente di Daria (Daria Baykalova) così come lo era stato di suo padre; ciò induce Daria a ritenere che il loro rapporto sia un legame speciale di fiducia e stima.

CONTESSA MINNITI (Lisa Gastoni)
La Contessa Minniti è la zia del giovane conte che, non potendo sposare Rosalinda (Giulia Petrungaro), prenderà in moglie la sorella Gabriella, più ingenua, e contenta solo di acquisire il titolo. La Contessa è una donna determinata e sicura di sé: si allea con Ettore De Nicola (Valerio Morigi) e Rosalinda contro Trapanese (Gilberto Idonea), al fine di espandere gli affari grazie al Ministro dei Lavori Pubblici, Luigi Cusano (Mattia Sbragia).

MINISTRO LUIGI CUSANO (Mattia Sbragia)
Politico romano in affari con la Contessa Minniti (Lisa Gastoni) e con Trapanese (Gilberto Idonea).

CHANTAL CUSANO (Bo Derek)
Chantal è la moglie del Ministro Cusano (Mattia Sbragia), di cui rispetta tutti i dictat e ne cura le pubbliche relazioni senza però interferire negli affari. É una donna in fonda infelice e preoccupata per Giada, al loro figlia tanto problematica e bisognosa di attenzioni. Ma il suo cuore è impegnato altrove da quando nella sua vita fa incursione Tonio.

GIADA CUSANO (Olga Shutieva)
Giada, la figlia del ministro Cusano (Mattia Sbragia) e di Chantal (Bo Derek) è una ragazzina problematica che manifesta il suo bisogno di attenzioni con atteggiamenti provocatori. La sua disperazione, mischiata alla forza di Tonio, contribuisce alla creazione di un legame speciale.

ROBERTINO DE MARCHIS (Davide Sebasti). Capo della Banda della Magliana
Sembra che possa aiutare Tonio contro Cosa Nostra ma si mostrerà interessato solo ai soldi che egli tiene ancora nascosti. Attraverso la mala romana, Tonio arriva a Jean Vigo’ e quindi ai Marsigliesi.

RICKY (Cristiano Pasca)
Ricky, scappato dalla sparatoria in cui sono morte Carmela e zia Mary, è riuscito a portare in salvo i figli di Tonio. Il piccolo Jonathan è cresciuto e ascolta le storie che Antonia gli racconta: sono tutte storie di coraggio e che parlano di Tonio, di questo papà che lei adorava e che Jonathan non ha conosciuto abbastanza. Anche loro credono che Tonio sia morto ma le loro strade sembrano potersi rincrociare... Antonia è cresciuta, e oggi - come avesse una nuova identità - si chiama Eleonora; parla a Ricky – geloso e protettivo come un padre – dei primi innamoramenti e di Maurice, apparentemente un bravo ragazzo che, forse, ha un padre “sbagliato”.

MICHELA (Nusat Del Valle Duran Perez)
Michela è una contadina vedova che vive con il figlio Adelchi: ha perso il marito per mano del cognato che ora la ossessiona perché vorrebbe possedere lei e la terra in cui vive. Michela, donna forte e determinata, non intende arrendersi e cerca di difendere con fatica le sue proprietà. L'incontro con Tonio le restituisce la speranza e il desiderio di vivere.

IMMACOLATA - NONNA EROINA (Aurora Quattrocchi)
Immacolta è la nonna di Michela, soprannominata Nonna Eroina poiché è coinvolta nella vendita di droga. Si occupa di Adelchi quando Michela non può farlo: a lei e al piccolo Adelchi, Tonio promette una vita migliore lontana dalla delinquenza.

L'onore e il rispetto-Ultimo capitolo, le dichiarazioni


La saga interpretata da Gabriel Garko "ha contraddistinto il nostro palinsesto degli ultimi 10 anni, è un brand di punta - ha detto il direttore di rete Giancarlo Scheri - di Canale 5, mi spiace solo che sia l'ultimo capitolo, perché è una saga che potrebbe non finire mai".

"Per verosimiglianza avrei dovuto avere addosso traccia di tutti i colpi di pallottola presi, ma a un certo punto abbiamo smesso con le cicatrici, altrimenti - ha scherzato Garko - sarei stato un colabrodo". "Ero contro la seconda serie e poi - ha detto il protagonista - siamo arrivati alla quinta. Alla fine della prima serie, quando dovevo morire crivellato di colpi, il regista mi ha detto 'muovi la manina quando sei a terra.. e io mi volevo rifiutare'".

"È stato uno scrupolo last minute - ha ricordato l'autore Teodosio Losito - non avevamo la certezza della seconda serie, avevamo pensato a un finale che era una chiusura totale, in cui Tonio doveva morire davvero ma poi, visto il grande successo, abbiamo pensato di inserire quella manina nell'ultima puntata".

Manina che - ha ricordato il direttore della fiction Mediaset Daniele Cesarano - "ha fatto scuola ed è stata ripresa da un'altra famosa serie" e che ha portato alla grande notorietà di Garko, con cui il Biscione conta di lavorare ancora.

"Il mio personaggio ha avuto un grande sviluppo, in ogni serie sono cambiati tutti gli attori tranne me e questo - ha detto Garko - mi ha dato l'opportunità di lavorare con colleghi stranieri da cui ho carpito i segreti del mestiere. Nell'ultima serie, poi, ho incontrato la mia preferita, Bo Derek, che era il mio mito da bambino e che è rimasta una gran bella donna". Il suo Tonio, invece, nell'ultima apparizione televisiva, "si toglie finalmente di dosso quell'animo da buono che è sempre stato in lui e che era andato in conflitto con il suo demone. Alla fine - ha anticipato Losito - Tonio mette da parte l'angelo che è in lui e si fa giustizia da solo e il pubblico non riesce a dargli torto, perché rimane comunque un eroe".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail