Un passo dal cielo 4, critici tv: che differenza tra Terence Hill e Daniele Liotti, più azione, la presenza di Fedez una mossa di marketing

Ecco le recensioni di Dipollina, Delbecchi e Fagioli sulla quarta stagione della fiction di Rai1. Ascolti positivi, già confermato il seguito.

un-passo-dal-cielo-4-26-gennaio-2017.jpg

RASSEGNA STAMPA su Un passo dal cielo 4 (voto: 6,5), la fiction di Rai1 con Daniele Liotti (6,5). Ascolti positivi, attorno al 20% di share.


Antonio Dipollina su Repubblica


"L'anziano capo della Forestale Terence Hill viene rimpiazzato dall'aitante Daniele Liotti sempre destinato — schema Don Matteo — a essere molto più sveglio del capo della polizia locale. Tra delitti nuovi e passati, in sede di scrittura si sbizzarriscono: c'è da tenere aggiornato il panel di temi attuali (immigrazione, sentimenti, brava gente alle prese con la modernità) ma sul resto liberi tutti. E arriva Fedez, lui, a interpretare se stesso in un allegato di sceneggiatura semplicemente demenziale. Lo si fa per svecchiare ma il senso è che mentre altrove in fiction Rai qualcosa sembra muoversi, qui in zona, complice la suggestiva cornice della val Pusteria, rimane tutto come una volta".

Nanni Delbecchi su Il Fatto Quotidiano


"Fatta salva l'astuta mossa di marketing di Fedez (visto come recita, tutti gli consiglieranno di votarsi al rap fino ai 90), senza dubbio ha scelto la fiction giusta. Più le serie Usa si fanno metafisiche, più quelle di casa nostra si fanno devozionali e portano Fedez all'oratorio".

Andrea Fagioli su Avvenire


"La virata sul protagonista è netta. Liotti ha veramente poco a che fare con il suo illustre predecessore. In questo senso, la Lux ha fatto bene: non avrebbe avuto senso cercare un clone di Terence Hill. I due personaggi sono entrambi eroi positivi, ma Francesco rispetto a Pietro è meno riflessivo e più impulsivo, più portato all'azione. È di poche parole, meno sereno e più malinconico, turbato da precedenti vicende personali: quasi una sorta di Rambo nostrano che compare dal nulla accompagnato da un cane e da un'aquila in volo a mo' di pubblicità di un noto amaro. Il taglio con le prime tre stagioni è dato anche dal riepilogo iniziale in cui non solo non si vede Pietro, mentre si vedono tutti gli altri personaggi, ma nemmeno viene nominato. A farlo, come detto, è solo Emma, ma piuttosto avanti nella puntata. Per il resto sono confermati a livello di vicenda i casi di omicidio o le sparizioni e le conseguenti indagini. Confermato anche il doppio registro stilistico: drammatico e da thriller quando c'è di mezzo Francesco, più da commedia e frivolo quando ci sono Vincenzo (il commissario) e Huber (il poliziotto). Le bellezze naturali dell'Alto Adige continuano a farla da padrone per gran parte della serie. Alcune immagini, soprattutto quelle aeree, mozzano davvero il fiato. Mentre un'esca verso i giovani è stata lanciata con la presenza di Fedez nella parte di se stesso".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.17 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO