Carlo Cracco lascia MasterChef: "Starò di più in cucina. Al mio posto vedo una donna. Contagiati gli italiani con la passione per il cibo"

Lo chef, intervistato da Repubblica, spiega perché ha deciso di dire addio al cooking show di Sky Uno dopo sei edizioni. Qualcuno prenderà il suo posto? Ecco come risponde lui...

Carlo Cracco sceglie Repubblica per annunciare che lascia MasterChef Italia: "Giovedì premierò il vincitore e poi mi fermo".

Il motivo? "Devo pensare a costruire il futuro. Mio, di tutto il mio staff. E anche della cucina italiana".

E come si costruisce il futuro? "Seguendo i miei due nuovi progetti. Un impegno che mi assorbirà totalmente nei prossimi mesi e a cui mi dedicherò con tutto me stesso. Non c'è spazio per altro, nemmeno per MasterChef che tanto mi ha dato, una esperienza fantastica".

Non è che ha litigato con qualcuno? "No, no. È stato molto bello ma veramente adesso voglio concentrarmi sul mio vero lavoro".

Che è quello dello chef. È la risposta a chi in questi anni diceva che era sempre in tv? "Guardi, il nostro lavoro adesso non è solo stare in cucina. Questa è una visione vecchia del mestiere. Devi essere manager, le nostre sono aziende, hai la responsabilità di tante persone. E comunque in cucina ci sono sempre stato, anche in questi sei anni. Mettiamola così, starò ancora di più in cucina". Ad esempio aprirà a inizio autunno un ristorante in Galleria a Milano e un altro in una zona più decentrata, piazzale Accursio.

Tra le sei edizioni ricorda maggiormente "la prima. È stato uno shock, eravamo totalmente digiuni del mezzo, un'armata Brancaleone, l'unico che aveva già fatto tv era Bastianich, negli Usa. La più bella è stata però la seconda".

La gioia più grande? "Aver contagiato gli italiani con la passione per il cibo. Soprattutto i giovani hanno riscoperto che quello del cuoco è un mestiere bello e importante. Una soddisfazione. Ma vorrei aggiungerne un'altra, abbiamo trasmesso la passione anche a chi ha lavorato con noi in questi sei anni".

Chi la sostituirà? "Non so, non dipende da me. Magari una donna".

Che cosa risponde a chi accusa i giudici di aver creato illusioni, di non aver fatto capire ai giovani che il lavoro in cucina è fatica e non lustrini e paillettes? "Che la tv è un mezzo fantastico, che offre una opportunità unica. Ma poi, una volta spente le luci, incomincia il lavoro vero, lungo e faticoso. E noi ai ragazzi questo lo abbiamo sempre fatto capire sin dal primo momento".

Com'è stato lavorare con Barbieri? "Bruno è la nostra anima divertente, leggera".

Joe Bastianich? "Con MasterChef lo abbiamo fatto reinnamorare dell'Italia".

E Antonino Cannavacciuolo? "È stato bravissimo a inserirsi, la parte buona del gruppo".

Il talent show di Sky Uno proseguirà solo con loro tre o penserà a un quarto innesto?

carlo-cracco-masterchef-6.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.10 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO