Michele Bravi: "Sanremo? E' andato bene Il diario degli errori. Il nuovo album Anime di carta è una seduta di psicanalisi"

Michele Bravi fra Sanremo 2017, nuovo album (Anime di carta), autori e quant'altro. Ecco cosa dice in conferenza stampa.

Venerdì 24 febbraio uscirà Anime di carta, il terzo disco della carriera di Michele Bravi: "Questo per me è un disco importante, frutto di un percorso intenso, diverso dal classico periodo post-talent. Ho preso scelte difficili ma Sanremo mi serviva per dimostrare quanto fossero state giuste le mie scelte sbagliate. Ho iniziato a scrivere le prime cose di questo disco tre anni fa. Ho iniziato a pensare a me stesso... e nel frattempo ho perso una persona importante a cui tenevo (si commuove, ndB). Sostanzialmente è stata una seduta di psicanalisi con me stesso. Ho capito che siamo tutti Anime di carta: ci si può accartocciare, si può prendere fuoco, si può diventare un origami bellissimo", ha detto il cantante durante la conferenza stampa.

L'album racconta i suoi ultimi tre anni, compresa la sua prima storia importante ed il coming out. Ed un brano parla anche di sesso orale: “L’intervista a Vanity Fair (con il coming out, ndB) è stata solo un’anticipazione di quello che si sentirà nel disco. Avevo bisogno di dire le cose come stavano, senza filtri. C’è anche un pezzo che parla di sesso orale con una ragazza. Avevo bisogno di togliermi quella sovrastruttura che indossavo finora. Sono arrivato ad una fase di serenità, anche se non sembra (lo dice quasi piangendo, ancora, ndB). Ho fatto delle enormi cavolate, sono stato uno stronzo e ho sbagliato. Dalle scelte sbagliate spero di imparare ancora".

Quindi l'ex vincitore di X Factor ha parlato degli autori del disco (ci sono Federica Abbate, Giuseppe Anastasi, Cheope, Niccolò Contessa dei Cani, Antonio Di Martino e Alessandro Raina): "Ho un rapporto particolare con gli autori, infatti mi odiano tutti. Ho chiamato personalmente degli autori e prime di iniziare a scrivere, ho iniziato a frequentare queste persone. Noi ci vedevamo, pomeriggi su pomeriggi, anche solo per parlare o perché c’era la voglia di prendere un caffè insieme, senza dover scrivere nulla per forza. Non riesco a sedermi al tavolino con una persona solo perché so che scrive delle hit. Non funziona così. Ci sono anche autori impensabili per il pop, da Contessa de I Cani in poi…".

E Sanremo? Il diario degli errori è andato bene: “Non ho visto percentuali o cose. So solo che sono arrivato quarto perché ero davanti alla tv. Senza presunzione, sapevo di avere un pezzo importante e sapevo che quella canzone meritava una platea ampia. Se è piaciuta alle varie giurie sono contento, però riconosco il merito alla canzone perché quello è il Festival della canzone. Ha vinto il pezzo, non io. Lo metto nel mio diario delle vittorie… anche se partivo sotto zero”.

Il 20 maggio sarà Fabrique di Milano e ed il 21 maggio al Viper Theatre di Firenze per due anteprime del tour.

michele-bravi-2.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.03 su 5.00 basato su 62 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO