Sanremo 2017, puntata del 10 febbraio: eliminati Giusy Ferreri-Ron-Al Bano-Gigi D'Alessio, facce da Festival, imitata Sandra Milo

Ecco cosa è accaduto nella quarta serata del 67° Festival di Sanremo, in onda venerdì 10 febbraio su Rai1 con Carlo Conti e Maria De Filippi. Eliminati tra i Campioni. Fotogallery e video.

Ecco cosa è successo nella quarta puntata del 67° Festival di Sanremo (voto: 7) con la conduzione di Carlo Conti (7) e Maria De Filippi (8).

Sanremo 2017, Maria De Filippi e la "faccia da Festival" (video)



La liturgia di Sanremo prevede una serie di obblighi, tra i quali la "faccia da Festival": "Bisogna avere sempre la stessa faccia, se una canzone ti piace o se non ti piace, se presenti un campione che conosci e che vedi tutte le settimane o se lo incontri per la prima volta", spiega Maria De Filippi. "È una faccia che si impossessa di tutti i conduttori. E quando la telecamera ti inquadra, se non la riconosce si gira dall'altra parte". La 'faccia' è una dentatura posticcia, in stile Carnevale, ovvero un sorriso fisso garantito.

Sanremo 2017: le esibizioni dei 20 Big nella quarta serata, piangono Cristel Carrisi e Bianca Atzei, eliminati Giusy Ferreri, Ron, Al Bano e Gigi D'Alessio

 

Il primo a esibirsi è Ron con L'ottava meraviglia. Poi tocca a Chiara Galiazzo con Nessun posto è casa mia, a Samuel con Vedrai, poi arriva Al Bano, la sua Di rose e di spine si conclude con un'ovazione del pubblico in sala e la commozione della figlia Cristel Carrisi seduta in platea. Quindi Ermal Meta (Vietato morire), Michele Bravi (Il diario degli errori), Fiorella Mannoia (Che sia benedetta), Clementino (Ragazzi fuori), Lodovica Comello (Il cielo non mi basta), Gigi D'Alessio (La prima stella), Paola Turci (Fatti bella per te), Marco Masini (Spostato di un secondo), Francesco Gabbani (Occidentali's karma) che "fa" la scimmia nuda mentre il ballerino che lo accompagna è vestito da Gabbani, Michele Zarrillo (Mani nelle mani), Bianca Atzei (Ora esisti solo tu) che piange (e poi inquadrano il fidanzato Max Biaggi), Sergio Sylvestre (Con te), Elodie (Tutta colpa mia), Fabrizio Moro (Portami via), Giusy Ferreri (Fa talmente male) e Alessio Bernabei (Nel mezzo di un applauso).

Ultimi 4 ed eliminati definitivamente la Ferreri, Ron, Al Bano e D'Alessio. Gli altri 16 Campioni sono in finale.

Sanremo 2017, la copertina di Maurizio Crozza nella quarta serata: nel mirino Matteo Renzi


"Certo che il sistema di votazione funziona alla grande: perché non lo usiamo anche per il Parlamento? Lanciamo il 'sanremellum': cinque giorni e poi c'è la proclamazione vincitore": Maurizio Crozza lancia la ricetta per una nuova legge elettorale in salsa festivaliera. D'altronde "la Consulta ha bocciato definitivamente il Mattarellum: ieri sono uscite le motivazioni, ha salvato solo il font, il Times New Roman". Poi anche la gara delle Nuove Proposte diventa occasione per un frecciata politica: "Stasera è importante perché uno dei giovani si laureerà campione e mi dispiace, perchè in questo Paese se ti laurei dopo non puoi più fare il ministro dell'istruzione". Poi, paragonando la durata del "mandato" di Conti al Festival con quello di Renzi a Palazzo Chigi: "Tu hai riciclato Arisa, sdoganato Gabriel Garko e ora stai cercando di rendere umana Maria De Filippi. Del governo Renzi cosa è rimasto? Piuttosto uno in tre anni impara a suonare l'ukulele! Tu dirai: che caz.. te ne fai? Perché di quello che ha fatto Renzi che cazz0 te ne fai?". Inizialmente lui appare in collegamento nei panni di Nando Pagnoncelli, proponendo un sondaggio sul Festival di Conti e De Filippi: "Buonasera Carlo, 25%. Buonasera Maria, 75%". La slide successiva è dedicata alla domanda: "Cosa avete gradito di più di questo?", dove la risposta "tua sorella" ottiene il 56%.

Sanremo 2017, gli ospiti della quarta serata: Virginia Raffaele è Sandra Milo


L'eroe del quotidiano è Gaetano Moscato, sopravvissuto alla strage di Nizza del 14 luglio, quando un tir lanciato sulla folla uccise 85 persone, provocando centinaia di feriti. Moscato mise in salvo figli e nipoti e fu investito dal camion che gli amputò la gamba. Moscato, che oggi cammina con una protesi, è arrivato all'Ariston con il nipote Filippo che la sera della strage si è occupato di chiamare i soccorsi per il nonno. "A volte non si capisce quanto la normalità sia il bene più prezioso", è il commento al racconto sulle difficoltà che oggi Moscato incontra nel ritornare alla vita.

Marica Pellegrinelli, moglie di Eros Ramazzotti, incanta con i suoi abiti con lo spacco.

Antonella Clerici torna all'Ariston sette anni dopo il suo Festival. La conduttrice, che venerdì debutterà su Rai1 con Standing ovation, ricorda a Conti quando gli consigliava di presentare Sanremo e lui rispondeva "aspetta". "Antonella non mi mandan più via...", risponde lui. Dopo il selfie con Maria De Filippi e Carlo Conti presenta Lodovica Comello.

"Carlo anche tu ospite di Maria stasera": è Sandra Milo il personaggio che Virginia Raffaele porta sul palco. "Sai cosa si dice degli uomini con le mani grandi? Più grandi le mani, più tenere le carezze! Sai cosa si dice degli uomini col pisellino piccolo? C'è poco da dire". A Conti che le ricorda la sua gloriosa carriera punteggiata da collaborazioni con grandi maestri, la Milo-Raffaele risponde: "Le cose belle non finiscono mai e infatti qui domani finite". Conti le ricorda la sua intensa vita sentimentale, tra amanti celebri che le sono stati attributi e mariti: "Sì, in effetti. Poi anche tre mariti. Tu, Carlo, dirai: che noia! Infatti per non annoiarmi avevo anche due trombamici". Poi lo sketch finale con i "bambini canterini", che Carlo pensa siano i bambini del coro dell'Antoniano. Invece entra un gruppo di vecchi e la finta Milo sottolinea: "Erano bambini ma sono qui da ieri. 24 ore di sanremo sono 60 anni di vita vera". Usando la voce registrata del grande regista Fellini che affermava che per "riassumere un'esistenza ci vuole una canzonetta", la Raffaele comincia a cantare la sigla di Piccoli fan durante la quale, sulla musica di Nino Rota, entrano in scena i personaggi del circo mentre Conti e la De Filippi vengono coinvolti in un giro di valzer a tre.

Seduto in platea Beppe Vessicchio, che quest'anno non era tra i direttori d'orchestra: "Ovviamente il Festival mi manca, ma tu Carlo, mi hai invitato e ho accettato".

Luca Zingaretti parla dei nuovi episodi de Il Commissario Montalbano (da lunedì 27 febbraio) e intona Vita spericolata di Vasco Rossi, arrivato penultimo nel 1983.

Giorgio Moroder riceve il premio Città di Sanremo da Linus, che fa parte della giuria di qualità presieduta proprio da Moroder. A rendere spettacolare l'omaggio un medley, interpretato da Karen Harding con Take my breath away da Top gun, Hot stuff di Donna Summer, What a feeling da Flashdance e Call me dei Blondie dalla colonna sonora di American gigolo.

Il dj Robin Schulz fa ballare sulle note di Shed a light.

sanremo 2017-eliminati-10 febbraio

Puntata del 10 febbraio 2017

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail