Pechino Express 5, critici tv: avamposto moderno di servizio pubblico tra pop e trash ma meccanismo uguale e ascolti in calo

Ecco le recensioni di Grasso, Dipollina, Rio e Fagioli sulla quinta edizione dell'adventure reality di Rai2 condotta da Costantino e vinta dai Socialisti. Ascolti in calo.

RASSEGNA STAMPA su Pechino Express 5 (voto: 6,5), l'adventure reality di Rai2 con Costantino della Gherardesca (6,5) vinto dai Socialisti. Ascolti in progressivo calo, dal 13% al 7% di share con leggera risalita per la finale. La concorrenza del Grande Fratello Vip si è rivelata deleteria.


Aldo Grasso sul Corriere della Sera


"Si può dire che Pechino è l’avamposto più moderno e smart del Servizio Pubblico? Sì può. Anche in Rai sembrano averlo capito: aumentando l’investimento ideale sul programma gli hanno affiancato l’appendice quotidiana Pechino Addicted su Rai4, per riposizionare in chiave giovane il canale. Pechino è un grande gioco d’avventura, è un ironico confronto tra mondi lontani ma soprattutto tra personalità curiose, eccessive quanto basta. Soprattutto è una produzione complessa che Magnolia conferma di padroneggiare in modo egregio. Quest’anno il cast merita qualche considerazione in più: sembra sia stato pensato per generare una singolare commistione pop, con più di una strizzata d’occhio al camp e al trash televisivo. L’immaginario mischia diversi mondi e diversi media di riferimento. Star della radio (Diego Passoni), YouTubers (The Show), rocker che partecipano come mariti (Francesco Sarcina con la moglie Clizia Incorvaia), i peggiori feticci di Maria De Filippi (Tina Cipollari), la star dei reality Lory Del Santo (in gara solo per bullizzare il fidanzato «tappetino» Marco Cucolo), italiani di seconda generazione (i due ballerini Ruichi Xu e Carlos Kamizele Kahunga) e via così. Inevitabile che un simile «circo» generi una doppia lettura, molto funzionale agli ascolti del programma e al modo in cui se ne parla con un fitto discorso sui social e nella vita reale".

Antonio Dipollina su Repubblica


"Essendo un reality anomalo ma pur sempre reality, il problema rimane il solito: ovvero che chi avversa le manfrine e i giochini tra i concorrenti, i regolamenti cambiati a sorpresa, i ripescaggi etc non può farcela in alcun caso. Per non dire dei concorrenti senza soldi che si presentano ai locali implorando ospitalità e passaggi auto e quelli guardano la telecamera dietro e figuriamoci, forse si mettono anche paura e concedono tutto. Resta Costantino della Gherardesca marpionissimo e soprattutto la buona insistenza sul Sudamerica — stavolta Colombia e dintorni — che porta all'unico programma tv dove altri mondi vengono mostrati davvero a furia di gag con gli abitanti e vaghi cenni storico-culturali. Prendere o lasciare. In parecchi ormai scelgono la prima".

Laura Rio su Il Giornale


"Peccato per i risultati così fortemente in calo. Sarà che, dopo un po' di anni, inevitabilmente, un programma di questo tipo va incontro a una accoglienza più stanca da parte del pubblico, sarà anche che il cast iniziale non era così pimpante come sembrava sulla carta. In effetti il meccanismo è sempre uguale e, per certi versi, noioso: i concorrenti che corrono, corrono, cercano un passaggio in macchina, un posto per dormire, qualcuno che dia loro qualcosa da mangiare. Alla fine il senso dell'on the road si perde. Il pubblico abbandona uno show in cui non si ritrova più".

Andrea Fagioli su Avvenire


"Potrebbe essere una caccia al tesoro all'ennesima potenza. Ma anche, con le sue nozioni e i suoi paesaggi sempre suggestivi, un Ulisse un po' trasgressivo. In ogni caso Pechino Express è un reality controcorrente per non avere niente in diretta. Tutto è registrato e montato con grande cura. Senza montaggio nulla avrebbe senso in questo che più che un reality è una fiction. Tutti, conduttore e concorrenti, recitano la loro parte. I fatti, ancorché molto diluiti nella realtà, non avvengono esattamente come sembra. Ma la formula ormai collaudata è decisamente dinamica e Pechino Express trova seguito anche tra i giovani, che non è poco per una rete Rai e un programma che oltre al gioco offre pillole di conoscenza".

pechino-express-2016-foto.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO