L'allieva, critici tv: fiction giallo-rosa, Alessandra Mastronardi goffa e simpatica come Bridget Jones, kit completo di luoghi comuni

Ecco le recensioni di Dipollina, Fagioli e Delbecchi sulla fiction di Rai1 tratta dai libri di Alessia Gazzola. Ottimi ascolti.

alice-claudio-lallieva-ultima-puntata.jpg

RASSEGNA STAMPA su L'allieva (voto: 7), la fiction di Rai1 con Alessandra Mastronardi (7) e Lino Guanciale (7). Ottimi ascolti, superiori al 19% di share.

Antonio Dipollina su Repubblica


"La ragazza vuole fare medicina legale perché non tollera il dolore nelle persone. E a quel punto coi morti si salta il problema. Dopodiché è infatuata del suo capo, medico bastardello ma interpretato da Lino Guanciale che attualmente va via come il pane. Però è goffa come Bridget Jones mentre forse, forse, voleva essere Kay Scarpetta (l'anatomopatologa dei libri di Patricia Cornwell) ma le manca qualcosa, diciamo. Le manca soprattutto non essere dentro una fiction giallo-rosa di RaiUno (niente, non ne usciremo mai) ovvero L'allieva. Grazie a lei, Alessandra Mastronardi (ma del resto, se si è nate per quello e piace a tanti perché sottrarsi?). Il percorso è peraltro virtuoso, in origine ci sono i libri di Alessia Gazzola, simpatici, leggeri, pronti per la fiction. E il gran capo dell'Istituto, il medico patriarcale che dona certezze a tutti, è Ray Lovelock (!). Che si vuole di più?".

Andrea Fagioli su Avvenire


"Mix tra fiction comica, giallo, commedia sentimentale e persino analisi sociologica: i pasticci, le distrazioni, il delitto, l'innamoramento, le incertezze e la fragilità di certi giovani. Alice finisce per funzionare proprio per la sua indefinitezza: non sa quale sia la sua strada sentimentale (divisa tra il prof e il giovane reporter Arthur), ma nemmeno quella professionale, anche perché le doti da detective vanno ben oltre quelle mediche, anzi: il suo intuito nel risolvere i casi contrasta decisamente con il suo essere goffa e sognatrice. Il bello è che alla Mastronardi riesce tutto piuttosto naturale rendendo simpatico il suo personaggio".

Nanni Delbecchi su Il Fatto Quotidiano


"Nella trasposizione in video i romanzi di Alessia Gazzola perdono il loro smalto, ricevendo in cambio un kit completo di luoghi comuni. La Mastronardi attraversa la gimcana di circostanze tenendo duro, stessa indomita espressione per due ore".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.25 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO