Rischiatutto: giovedì su Rai3 con Fabio Fazio e le vallette-attrici, ecco i vip-"materie viventi", tornano le caselle Mike e web

Anticipazioni sulla nuova edizione in 9 puntate del quiz cult di Mike Bongiorno, riproposto da Fabio Fazio e in onda da giovedì 27 ottobre su Rai3. Tutte le dichiarazioni in conferenza stampa.

rischiatutto-2016-conferenza-stampa.jpg

Dopo le puntate-evento di aprile su Rai1 il pubblico torna a giocare a Rischiatutto con Fabio Fazio e i nuovi concorrenti per nove puntate in onda da giovedì 27 ottobre alle 21.15 su Rai3.

In ciascuna serata il conduttore sarà accompagnato da un giovane talento del cinema italiano, un'attrice che giocherà a interpretare il ruolo della valletta e incarnare con il suo talento un volto della femminilità contemporanea, come Sabina Ciuffini seppe fare negli anni '70. La prima a calarsi nella parte sarà Matilde Gioli, già presente nelle puntate di aprile. Poi arriveranno Matilde De AngelisCristiana Capotondi, Margareth Madè, Greta Scarano e Alessandra Mastronardi.

Ogni puntata ospiterà anche una "materia vivente", una delle innovazioni al classico regolamento inserite nella nuova edizione di Rischiatutto: ogni giovedì un personaggio di spicco sarà invitato nella fase centrale del tabellone per porre ai concorrenti quesiti sulla propria carriera. Si partirà con Carlo Verdone, poi spazio a Ornella Muti, Terence HillCochi e Renato e Aldo, Giovanni e Giacomo.

Al centro del gioco i concorrenti con le loro passioni e la loro cultura, pronti a sfidarsi per la vittoria di un montepremi tra i severi giudizi di Lodovico Peregrini, il mitico «Signor No». Il percorso seguirà le storiche tre fasi del gioco: domande preliminari, tabellone, domande finali in cabina e tornano anche due elementi di novità nel tabellone: la casella Mike, che conterrà una domanda tratta dalle puntate degli anni '70, e la casella web, con un quesito che si potrà scegliere se risolvere tramite un computer connesso a Internet.

La sigla di chiusura è stata affidata a Raphael Gualazzi e a Malika Ayane che interpreteranno dal vivo Buena fortuna nella prima puntata.

"Non è solo un programma tv, ma un simbolo di quello che vorremmo da questa nostra Rai, contemporanea e inclusiva, cose che non è semplice fare, noi ci proviamo con l'innovazione", dice il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall'Orto in conferenza stampa. "Quando arrivai in Rai capii subito che Rischiatutto non era un programma televisivo ma un evento emozionale: da li siamo partiti con l'idea di lavorarci come simbolo del modo di lavorare nella nostra azienda. Per questo il progetto è partito su Rai1 con due serate di grande successo che hanno sottolineato come la nostra azienda sia l'unica che può creare eventi collettivi". Sull’utilità di sinergie tra le diverse reti dice: “Vorrei che diventassero una cosa strutturale. E’ per questo che Rai1 ha aiutato Rai3 per il Rischiatutto ma è per questo anche che facciamo promozione in una rete per una rete diversa. Sembra una cosa naturale ma arrivarci è stata una conquista".

Per il direttore di Rai3 Daria Bignardi Rischiatutto è "una grande emozione" oggi come allora. La Bignardi ricorda ancora quando, da bambina "il giovedì era una festa perché il babbo veniva con mia mamma, me e mia sorella, a guardare la tv, guardava Mike Bongiorno". E, allora come oggi, "Rischiatutto é un simbolo dei bei programmi Rai".

Per Fabio Fazio la parola d'ordine sarà "Divertiamoci". Perchè il nuovo programma "è divertente. Io mi diverto come un matto e anche il Signor No ride. 'Allegria' non si può toccare, fa parte della storia della televisione. La diremo una sola volta, tutti insieme, nel corso della prima puntata. Poi basta". Poi parla del programma che ha fortemente voluto come "una macchina del tempo" in un'operazione "di grande coraggio". Da Rischiatutto, ricorda Fazio "sono partiti tutti i quiz successivi. L'ascolto registrato nella primavera scorsa ci dice che non è solo un programma televisivo ma un programma emotivo. Non credo che ci sia un aspetto culturale", nonostante sia un gioco a quiz "ma piuttosto di passione, che è importante soprattutto in un mondo dove tutto si monetizza. Rischiatutto deve vendere oggi il divertimento, che è un valore fantastico, e la passione, che non è monetizzabile. Rischiatutto ha un obiettivo ancora più importante di quello culturale".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail