The Voice of Italy 4, critici tv: talent primordiale, format dal meccanismo ripetitivo, Dolcenera esagerata e quindi perfetta

Ecco le recensioni di Grasso, Dipollina, Feltri, Fagioli e Delbecchi sulla quarta edizione del talent show di Rai2 vinta da Alice Paba. Ascolti modesti, specialmente per la finale.

the voice of italy 2016-coach-finale

RASSEGNA STAMPA su The Voice of Italy 4 (6), in onda per 14 puntate su Rai2 (prima il mercoledì e poi il lunedì sera) con i coach Raffaella CarràDolcenera, Emis Killa e Max Pezzali e il conduttore Federico Russo (6). Ascolti attorno al 10% di share e finale meno seguita di sempre. Ha vinto Alice Paba.


Aldo Grasso sul Corriere della Sera


"The Voice of Italy è la modernità che avanza in Viale Mazzini. Avanzare non nel senso di procedere, ma in quello più risparmioso di restare, rimanere (mi sono avanzati quattro cantanti…).The Voice of Italy è un talent che fonda la sua struttura su di un marketing primordiale: Raffaella Carrà per gli over 60, Max Pezzali per gli over 30, Dolcenera per gli over 20 e Emis Killa per i ragazzini. Poi, certo, il meccanismo rimane più o meno lo stesso degli anni passati. È la giuria che fa spettacolo, nonostante la pochezza e la ripetitività delle formule con cui i membri tentano di accaparrarsi i cantanti. Raffa è sempre più lisciardosa, un esempio di tenacia e determinazione quasi robotica. E chi la ferma quella? Max Pezzali è il più simpatico, pacato, sempre sorridente, deve solo difendersi dall’invadenza di Dolcenera. Alla quale consiglierei di darsi una calmata. Quanto ai rapper, ho capito una cosa. Non solo, sulla scorta di Harold Bloom, premono per imporre un Canone Occidentale della Musica, ma la loro competenza si misura sulla pelle, dalla quantità e qualità dei tatuaggi".

Antonio Dipollina su Repubblica


"Vanno in archivio per sempre i tempi in cui RaiDue aveva X Factor e lo chiuse per ascolti scarsi: qui è tutto più tra di noi, non si gioca alla tv del futuro ma si richiama a gran voce Raffa, con Pezzali che sta sulla poltrona come sulla sedia del bar chiuso. La parte giovane è Emis Killa, la parte bersaglio di scarpa col tacco è Dolcenera, fuori come poche ed esagerata, quindi perfetta".

Vittorio Feltri su Il Giornale


"The Voice non è da bocciare in toto ma non è all'altezza dei suoi gloriosi trascorsi, signora Carrà. Risente di una stanchezza generazionale difficile da dissimulare, non ha la freschezza necessaria per reggere la concorrenza spietata di tante altre trasmissioni. Raffaella, dia un'occhiata ai dati d'ascolto e si rassegni. La vita è bella nonostante".

Andrea Fagioli su Avvenire


"Il format è sempre quello, tanto che Emis Killa sembra il Fedez di X Factor e viceversa. I tatuaggi salgono lungo il collo allo stesso modo. Gli atteggiamenti sono gli stessi. Anche se il ruolo dei coach, che è sempre importante in ogni talent show ai fini dello spettacolo, qui è addirittura determinante, soprattutto nella prima fase che caratterizza l'originalità di The Voice rispetto agli omologhi. Tra i quattro quello più a suo agio sembra Max Pezzali, che si conferma animale da palcoscenico oltre che cantante di razza. Emis Killa, come detto, fa il suo. Dolcenera è spesso sopra le righe. Mentre la Carrà sembra ormai fuori luogo. Alla conduzione confermato Federico Russo, che deve provvedere soprattutto a dare voice agli sponsor. E con lui anche molti concorrenti che prima ancora di cantare devono imparare a fare la pubblicità. Ma anche questo fa parte del gioco".

Nanni Delbecchi su Il Fatto Quotidiano


"C'è chi, come la Carrà, ha in sé tempi e modi del protagonista naturale, emerge proprio perché non sovrasta gli altri; c'è chi rallegra la tavolata come Pezzali; c'è chi si mostra timido e inappetente come Killa (forse non si è ancora capacacitato che il destino dei rapper è fare il giudice in tv); c'è chi si abboffa peggio di un giornalista al buffet come Dolcenera".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.14 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO