Giacobbe Fragomeni: "Ho vinto L'isola dei famosi perché non mi interessava spettegolare, Andrea Preti-Paola Caruso massacrati"

Ecco le dichiarazioni a Chi del vincitore dell'undicesima edizione del reality show di Canale 5: difende due naufraghi e annuncia di voler tornare a fare il pugile.

Perché Giacobbe Fragomeni ha vinto L'isola dei famosi 11? Intervistato da Chi il pugile afferma: "Ho schivato i colpi. Ho vinto perché non me ne fregava nulla di discutere inutilmente e spettegolare. A me non interessava niente dei giochini. Ho fatto la mia Isola. Mi è dispiaciuto per Andrea Preti, per Paola Caruso che sono stati massacrati dagli altri concorrenti. Ok, fa parte del gioco, avranno sbagliato, ma bisogna avere rispetto delle persone anche quando decidi di attaccarle. Meno male non lo hanno fatto con me (sorride, ndB)".

E annuncia: "A ottobre voglio tornare sul ring. Se mi danno l'idoneità torno. Ho già rimesso i guantoni e le mani viaggiano nonostante i 18 chili in meno. Picchio che è una bellezza".

giacobbe-fragomeni-chi-maggio-2016.jpg


La storia di Giacobbe Fragomeni


Classe 1969, è un pugile. Tra le sue vittorie spiccano la medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali Dilettanti (1997), quella d’oro ai Campionati Europei del 1998 a Minsk. Nel 2000 partecipa alle Olimpiadi di Sydney. Il 24 ottobre 2008 conquista a Milano il titolo di campione del Mondo WBC nella categoria dei pesi massimi leggeri e riceve l’Ambrogino per la sua testimonianza di vita (non ha avuto un'esistenza facile tra conflitti famigliari, la morte della sorella e alcuni problemi piuttosto gravi di dipendenza da alcol e droghe).

Ha una figlia avuta da Morena Fraschini, nata nel 2005, la quale si chiama Letizia, come la sorella scomparsa. Dal 2013 convive con Sara Rossetti. Grande tifoso del Milan e amico personale di Gennaro Gattuso è anche appassionato di hockey. Nel 2013 viene pubblicata la sua autobiografia nel libro Fino all'ultimo round.

La vita non è mai stata gentile con lui. Un'infanzia difficile nel quartiere Stadera di Milano lo porta a un'esistenza dura e disperata. Un padre violento, che picchia moglie e figlie. Nessuna prospettiva. Nessuna alternativa. La sofferenza, la violenza e infine la droga e l'alcol, come uniche, illusorie vie d'uscita. Ma trova da solo la forza per tirarsi fuori. Prima il lavoro, poi la palestra, infine la passione. E una nuova vita, sul ring e fuori. Una storia vera, drammatica, avvincente e carica di speranza.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail