L'isola dei famosi 11, Marco Carta piange (video) ricordando la mamma morta e il papà assente: "Devo tutto agli zii e ai nonni"

Ecco la storia del cantante sardo raccontata in un rvm nella puntata di lunedì 25 aprile su Canale 5: tutti in lacrime in studio, la conduttrice lo elogia.

Una storia di vita struggente quella di Marco Carta, raccontata durante la puntata di lunedì 25 aprile de L'isola dei famosi 11 (voto: 6).

Parte un rvm e lui dice: "Il senso della vita è che ho perso mio padre quando avevo 8 anni e mia madre quando ne avevo 10, penso che questa sia stata la cosa più brutta ma anche la lezione più grande che il Signore potesse donarmi. Quando nasce un amore è una delle canzoni preferite di mia madre, lei amava la musica e mi ha trasmesso questa dote. Quando è venuta a mancare ho sempre pensato che lei, sapendo quanto le piacesse che io cantassi, avrebbe voluto che io facessi il cantante. Questa cosa mi ha dato forza per poterlo fare forse più per lei che per me stesso. Mio padre non c'era, non c'è mai stato. Quando avevo circa 6 anni ho cominciato ad avere il bisogno della presenza di un padre perché vedevo che i miei compagni di classe ce l'avevano e ne parlavano. Ho cominciato a chiedere di lui finché a un certo punto mia nonna è andata da lui, gli ha detto 'i bambini ti vogliono conoscere, sono i tuoi figli, prenditi le tue responsabilità'. Mio padre dice 'sì, sì, ok'. Aspetto, si fanno le tre, le tre e un quarto, le tre e mezza e io comincio a preoccuparmi finché a un certo punto vedo che si parcheggia una macchina e io ho pensato 'ecco, è lui'. Sono corso ad abbracciarlo e ho visto dall'alto le sue mani che sostanzialmente mi allontavano e mi hanno fatto capire che non era lui. E' stata un'umiliazione molto grande per me perché non avrei mai voluto che questo succedesse. Io non ho più chiesto di lui, due anni dopo è morto, mia madre mi ha informato di questa cosa, io stavo guardando la televisione e mi ha detto 'tuo padre è morto'. Io ho continuato a guardare la televisione perché mi ero accorto che lui per me era morto un anno e mezzo, due anni prima. Devo assolutamente tutto ai miei zii, a mia nonna e a mio nonno. Sono innamorato. Per farmi innamorare devi essere paziente, devi essere dolce, devi essere semplicemente te".

Tutti in lacrime dallo stesso Marco (che non smette di piangere) a Mara Venier, Alfonso Signorini e Alessia Marcuzzi che dice: "Quello che ti è successo è terribile, sei stato circondato da tanto affetto, i figli sono anche di chi ti cresce e tu hai avuto tanto amore". Lui aggiunge: "Quando mia madre era seduta sul divano quel giorno e mi ha dato quella notizia è vero che io non mi sono neanche girato perché mio padre era morto l'anno precedente, però forse non volevo dargli la soddisfazione che me ne fregasse qualcosa, lei aveva sofferto troppo, volevo dare più importanza a lei. Ed è stato giusto così".

marco carta piange-isola

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail