Valerio Scanu: "Amici? Mai invitato al serale, il pomeridiano sarebbe stato un contentino. Sanremo? Voto zero da chi mi elogiava"

Il cantante, intervistato da Tiscali.it, spiega perchè non si è visto nel talent show di Canale 5, rivela chi lo ha stroncato al Festival e racconta la sua partecipazione a Ballando con le stelle.

valerio-scanu-ballando-con-le-stelle-11-finale.png

Valerio Scanu, intervistato da Tiscali.it, racconta come si è sviluppata la partecipazione a Ballando con le stelle 11 su Rai1: "È nato tutto un po’ per caso. C’è stata una mia partecipazione e da lì è come se avessero scoperto anche un lato artistico e il mio seguito. Di sicuro è tutto frutto del destino visto che la mia prima partecipazione nasce dal forfait di Conchita Wurst. Da lì mi hanno contattato più volte: alla fine sono quattro prime serate. Per me una grande soddisfazione”.

Poi rivela sui voti bassi a Sanremo: "La moglie di Mango, Laura Valente, e quella di Pavarotti, Nicoletta Mantovani, si sono complimentate con me per le imitazioni anche se sono state le stesse che mi hanno messo zero nella Giuria di Qualità. E la cosa fa anche un po’ ridere. Pensa che, dopo Sanremo, quando ancora non si conoscevano i voti della Giuria di Qualità, ci siamo incrociati in un ristorante. C’erano la Mantovani e altri due colleghi della Giuria e tutti si sono complimentati con me. Federico l’Olandese Volante mi ha dato anche del fenomeno. Anche Alessio Bernabei ha avuto zero mentre Annalisa ha totalizzato 0,64. Quando ci sono prese di posizioni così nette o ridi o ti arrabbi come non mai. Lo zero significa una presa di posizione contro di me o contro le mie origini. Tutti quelli che sono usciti da Amici hanno avuto lo stesso trattamento”.

Sul talent in cui è nato dice: "Non rinnego le mie origini ma cammino con le mie gambe e nessuno mi ha mai regalato niente. Amici mi ha dato la popolarità iniziale. Ma nonostante venga etichettato come 'raccomandato dal talent', cammino con le mie gambine. Non si pensi che qualcuno abbia messo una buona parola per me perché assolutamente non è così. Ho buoni rapporti con tutti. Non c’è niente di personale. Maria De Filippi non la sento direttamente da parecchio ma, attraverso il management, mi sono arrivati i suoi complimenti. A Maria devo dire grazie e non lo dimentico: fino a 18 anni facevo pianobar e poi ho avuto la fortuna di entrare ad Amici dove ho imparato molto. Dopo, però, mi sono fatto ben ben il mazzo e non ho certo avuto la pappa pronta. Non sono mai stato invitato a un serale. Solo al pomeridiano ma ho preferito non andarci. Lo vedevo un po’ come un contentino. Al serale ci vanno tutti i grandi. Mentre il pomeridiano sembrava quasi una seconda scelta. Dopo Sanremo e dopo un percorso che ho iniziato da solo, con le major che mi davano addosso, le librerie Feltrinelli che non mi volevano, in tanti mi davano un po’ per spacciato. E io invece con le mie gambe sono riuscito ad arrivare a Sanremo in mezzo a tutte le case discografiche più importanti. E quindi diciamo che mi sarebbe servito ben più di un invito al pomeridiano. E ora se dovessi essere invitato al serale direi di no... la vivrei come una cosa riparatoria. Ma se a marzo mi avessero chiesto: 'Ti va di venire a una puntata del serale?', avrei detto assolutamente di sì. Non ce l’ho con nessuno ma allo stesso tempo non ho niete da nascondere".

Di sicuro queste dichiarazioni non faranno piacere allo staff della trasmissione di Canale 5. Tanto più dopo le (legittime) ospitate dalla concorrenza, culminate sabato 23 aprile con l'esibizione canora "Milly Carlucci per me posson bastare". Se non è "tradimento" poco ci manca...

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 51 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO