Alessia Marcuzzi: "Isola trash? La volgarità è altrove ma ci sono stati scivoloni non voluti. Non ho personalità? Falso"

La conduttrice, intervistata da Grazia, risponde a tutte le critiche ricevute per i reality che conduce e per la mancata partecipazione al Giubileo dei Ragazzi.

alessia marcuzzi-isola-21 aprile 2016

Alessia Marcuzzi (voto: 6) ha un'immagine più forte del programma - L'isola dei famosi 11 (6) - che conduce? "Credo che l’azienda mi abbia scelta proprio per questo. Avrà pensato che avrei potuto contribuire ad alzare il tono della trasmissione. La conduzione di un reality è sempre un po’ in bilico, cadere nel trash è un rischio continuo", dice in un'intervista a Grazia.

Ma lei rischia: "Negli ultimi anni ho attraversato tante polemiche e ne sono uscita sempre per quella che sono. A testa alta, mi pare. Ho condotto il Grande Fratello: mi hanno massacrata perché alcuni concorrenti erano un po’ sopra le righe. Faccio l’Isola: mi accusano di tutto, dall’essere scosciata al non avere personalità. Ci sta, le critiche fanno parte della visibilità. E io le critiche, quelle serie, le prendo sul serio. Le altre cerco di farmele scivolare addosso. Anche perché l’opinione della gente non sempre coincide con quella del web".

Sulla cancellazione della sua presenza al Giubileo dei Ragazzi precisa: "Sa che cosa mi è dispiaciuto? Che la verità è un’altra e nessuno l’ha scritta. In realtà quel 'no, grazie' l’avevo purtroppo dovuto dire io. Perché gli impegni legati all’Isola mi impedivano di accettare l’invito che mi era stato fatto di condurre il Giubileo dei Ragazzi. L’avrei fatto molto volentieri perché era un bellissimo progetto, ma non potevo e dunque ho declinato l’invito. Mi hanno risposto ringraziandomi per la tempestiva comunicazione".

Allora da dove arriva la falsa notizia? "Non lo so e non mi interessa saperlo".

Questi sgambetti non la toccano? "Certo, non sono pazza. Mi fanno dispiacere. Ma le accetto come una parte della mia vita. Recentemente, in un momento di debolezza, ho scritto su Instagram un messaggio in cui denunciavo la presenza di molti commenti pilotati ad arte contro di me. Ho sbagliato: avrei dovuto tacere. Ma, ripeto, è stato un attimo di debolezza".

La critica che le fa più male? "È quella di chi mi accusa di essere senza personalità. Faccio questo mestiere da 25 anni. Non devo essere proprio una nullità, no?".

Un programma che avrebbe voglia di fare? "Una cosa tutta al femminile. Vorrei parlare con le donne, mi piacerebbe sapere che cosa succede nelle nostre teste, raccontare il mondo con i nostri occhi. E chiacchierare. Credo molto nei discorsi fra amiche".

Ma ci tiene a sottolineare: "A me piace quello che sta facendo. Non trovo che sia trash. Per me la volgarità risiede altrove... ad esempio nei servizi in cui si va dai parenti di un morto ammazzato per chiedere come si sentono".

Nell’Isola di quest’anno ci sono stati momenti, come la lotta fra naufraghi seminudi nel fango, oggettivamente inguardabili: "È vero, c’è stata qualche immagine forte e io, anche se non sono l’autrice del programma, me ne prendo la responsabilità. Ma sono stati scivoloni, errori non voluti".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail