Rischiatutto, la valletta è Matilde Gioli. Fabio Fazio: "Ecco perché l'abbiamo scelta, la Rai ha ricostruito tutto come allora"

Il conduttore, ospite domenica 17 aprile de L'Arena-Protagonisti, parla del ritorno del quiz di Mike Bongiorno e rivela il nome della valletta che lo affiancherà nelle due serate speciali su Rai1.

matilde-gioli-spot-tim-2016.jpg

"Abbiamo cercato di interpretare quello che Sabina Ciuffini rappresentava all'epoca, la voglia di libertà ed emancipazione, e abbiamo puntato su un'attrice giovane, la bellissima Matilde Gioli": Fabio Fazio (voto: 7), in collegamento durante L'Arena-Protagonisti (6) su Rai1, ha rivelato il nome della "valletta" di Rischiatutto che torna con due serate speciali giovedì 21 e venerdì 22 aprile in attesa dell'edizione vera e propria da ottobre su Rai3.

Milanese, 26 anni, attrice e modella, nome d'arte di Matilde Lojacono, la ragazza è diplomata al Liceo classico Cesare Beccaria e laureata in Filosofia presso l'Università Statale di Milano. Ha esordito al cinema nel film Il capitale umano di Paolo Virzì, per il quale ha vinto subito molti riconoscimenti come il “Premio Guglielmo Biraghi” ai Nastri d'argento 2014 e il “Premio Alida Valli” come miglior attrice non protagonista, al Bari International Film Festival dello stesso anno.

In tv ha esordito nello stesso anno in un episodio di Gomorra - La serie diretto da Francesca Comencini. L’anno seguente ha recitato in tre film - Solo per il weekend, Belli di papà e Un posto sicuro - e nella miniserie per la tv Di padre in figlia, diretta da Riccardo Milani. Nel 2016 ha ricevuto il Premio Afrodite come miglior attrice emergente. Attualmente compare negli spot pubblicitari della Tim (un altro testimonial è proprio Fazio).

"Tutto come allora - ha sottolineato Fazio sul quiz cult - la scenografia fedele, la cabina a rigoni, la tecnologia oggi vintage e all'epoca d'avanguardia. Praticamente sarà come guidare una 'macchina d'epoca'. La Rai ha ricostruito e recuperato, tutto è identico a come era. Non scimmiottiamo Mike ma giochiamo con lui. Sarà come fare quello che facevo da bambino quando aprivo la scatola del gioco. Per Mike c'è affetto, simpatia, non malinconia perchè con lui si sorrideva sempre. C'è la voglia di sentircelo vicino, ecco perchè è un regalo. Rischiatutto per me resta il programma più bello della storia della tv, altro che esercizio di nozionismo".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail