Isola dei famosi, Fiordaliso a Blogo: "Delusa. Problema di Simona Ventura? I suoi vassalli. Marco Carta si è messo in gioco"

Marina Fiordaliso racconta la sua Isola dei famosi 2016 e parla degli altri naufraghi. intervista di Blogo.

Marina Fiordaliso, eliminata precocemente a L'isola dei famosi 11, come stai?

"Domanda di riserva?".

Sei abbattuta?
"Sono delusa da me stessa, non ce l'ho fatta".

Eri andata lì per vincere ("Vincerò io perché ho raggiunto la pace dei sensi", hai dichiarato a Chi).
"Non credevo di poter vincere, ma di arrivare fino alla fine assolutamente, sì".

Ci aspettavamo tutti una Fiordaliso diversa.
"Là non ero Fiordaliso. L'Isola mi ha spenta completamente. Io sono una persona molto attiva, forse la noia mi ha uccisa. Probabilmente da casa non si percepisce, ma quello è un isolotto molto piccolo dove si può solo pescare. Non si può andare a raccogliere conchiglie o fare altro. Non c'è nulla".

Ti sei definita una 'pecora'.
"E' per questo che sono arrabbiata. Io nella vita mi sono sempre data da fare, sono sempre stata instancabile. Ho vinto tutte le battaglie della mia vita, quelle sono sicuramente più importanti di un gioco. Però, adesso, quest'esperienza mi ha caricata a pallettoni. Ho capito che ho delle fragilità, ho pianto per la prima volta sull'Isola".

E' stata più dura psicologicamente che fisicamente, sbaglio?
"Assolutamente. A me non fregava nulla di dormir con i ragni. Ho sofferto la fame, questo sì. Io mangio sempre poco, son costantemente a dieta. Invece lì mi son venuti i crampi. Mi sono sentita una vecchietta, non ero io. Non mi riguarderò altrimenti mi vien la depressione".

Forse mancavano le personalità forti con le quali confrontarsi?
"Lì c'è solo una donna molto forte".

Chi è?
"Beh, Simona Ventura. E' una donna imbattibile. Mi ha fatto arrabbiare solo l'ultimo giorno, io non stavo molto bene e lei si è rivolta a me in una maniera poco carina. Stavo vomitando, avevo lo squaraus. E lei mi ha detto: 'Se non hai il fisico, stai a casa'. Fino al giorno prima mi aveva detto 'Ti voglio bene'. Però va bene così. Ha un carisma pazzesco. Il vero problema, però, non è Simona, ma sono gli altri... i suoi vassalli. Lei non ha colpe".

Che ne pensi della sua eliminazione?
"L'ha abbattuta. Simona è una persona competitiva. Però, credimi, lei è imbattibile. Io la invidio, ha una forza di volontà che non so dove va a trovarla. Se è diventata Simona Ventura, c'è un perché".

Vincerà?
"E' capace di vincere, tutto dipende da come reagirà alla solitudine".

Cosa pensi dei due gruppi che si sono creati?
"Io sono sempre stata fuori dai due gruppi, ma propendo per i facinorosi. Son sempre stata una rivoluzionaria. Io non ho regole nei giochi, divento Marina la Peste".

Tant'è che hai portato un accendino sull'Isola. Pentita?
"Ma per niente. E' un gioco, bisogna giocare".

La mia curiosità è: come ha fatto l'accendino a non 'neutralizzarsi' con il tuffo in acqua?
"Semplice. Devi sapere che nel kit dei concorrenti ci sono i preservativi (ride, ndB). Mi son fata prestare un preservativo da Jonas, ho inserito lì il piccolo accendino e l'ho messo nel reggiseno. Ma non avete visto che ho pure costruito una meridiana?".

Cioè?
"Ho costruito una meridiana con il sole, noi sapevamo sempre che ore erano. Ho posto un bastoncino in mezzo alla spiaggia: sapevo che il sole sorgeva alle 6 e tramontava alle 18. Ho posto dei sassi per gli altri orari ed il gioco era fatto".

Playa Soledad: non c'hai pensato neppure un momento.
"Ciaone proprio. La mia testa era ormai scoppiata. Avevo fame, mi sognavo i nachos con la carne. Avrei mangiato qualsiasi cosa, credimi".

Hai cercato il confronto con gli altri naufraghi. Soprattutto con Marco Carta. L'hai definito 'nano'. 
"Io sono emiliana, è un mio modo di dire. Anche io mi chiamo nana, non ho usato un'accezione negativa. Solo che mi aveva rotto le balle (ride, ndB)".

Che ne pensi di lui?
"Marco è un ragazzo fragile, ha avuto bisogno del sostegno di Simona. Però si è buttato: ha pescato, si è fatto male, si è messo in gioco. Anche Stefano (Orfei, ndB) è un trascinatore ma si è fatto ammaliare dal fascino di Simona. Idem Andrea (Preti, ndB), era sotto incantesimo. Adesso vedremo cosa succederà senza Simona. Avere la 'monarchia' che ti dice cosa devi fare è bello perché pensi meno. Io, però, sono anti-monarchica".

Quando rivedremo la lupa che c'è in Fiordaliso?
"Son già tornata lupa. Non mi avete visto da Chiambretti? Mi sono 'mangiata' Luxuria".


Ci sono nuovi progetti musicali?
"E' uscito il mio album. Le radio non mi si filano come al solito, non è servito a niente fare l'Isola. Ma non importa, vado avanti per la mia strada".

Perché?
"Io faccio tutto da sola, non ho nessuno alle spalle".

Chi ti piace fra i cantanti dei talent?
"Sono molto amica di Valerio Scanu, l'ho conosciuto a Tale e quale. Si è creata sin da subito empatia. Marco, invece, non si apre, tiene le sue cose dentro".

Dopo La Talpa e L'Isola farai altri reality? O è un capitolo chiuso?
"Ma neanche morta. Ho capito che sono una lupa di città".

© Piergiorgio Pirrone - LaPresse

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail