Alessio Bernabei: "Sono single, con Fedez rapporto rimasto buono, da solista condannato sui social, Maria De Filippi mi sostiene"

A Tgcom24 e a Soundsblog.it parla l'ex frontman dei Dear Jack: dichiarazioni sul nuovo disco, sui brani scritti da lui, sui cantanti che ospiterà in tour, sulla ex band e sull'ex manager. Nessuna fidanzata.

Alessio Bernabei presenta in conferenza stampa il suo primo album da solista Noi siamo infinito che esce venerdì 8 aprile e parla a Tgcom24 e Soundsblog.it.

"E' un album molto sperimentale, presento una mia nuova faccia. Sono rimasto quello che ero, con lo stesso timbro vocale, con le stesse influenze, con lo stesso modo di stare sul palco, ma ho una nuova veste. La mia voce ha esplorato mondi diversi. Ho fatto un azzardo, ma sono tranquillo, perché sono sicuro la verità arriva sempre. Ho dato libero sfogo a una parte di me che prima era tenuta nascosta ed è venuto fuori quello che sono. Lavorando all'abum non mi sono limitato ad andare in studio e cantare, ma ho partecipato alla creazione. Dal suono della batteria alla scelta della chitarra. Sento questo lavoro molto mio... Ci ho messo il mio cuore".

Fra le 12 tracce del disco ce ne sono tre alle quali ha collaborato (Fra le nuvole e Obbligo e verità sono 'sue', ha collaborato a Mondo piccolo): "Con questo nuovo cambiamento non ho avuto tempo di scrivere tutti i brani, ma il mio obiettivo è quello di scrivere un intero album come un vero cantautore. E, un giorno, scrivere pure per altri".

Un brano, L'amore cos'è, è stato scritto dal rapper Fred de Palma: "Si è cimentato nello scrivere il testo, è stato interessante perché l'ho sempre stimato a livello di testo e linguaggio". E poi ci sono gli altri compagni di major, Benji & Fede: "C'è un featuring sulle note della cover A mano a mano che abbiamo portato anche a Sanremo, abbiamo voluto inserirla pure nell'album come sorpresa. Sono due ragazzi giovani ma molto forti, li stimo molto".

E Fedez che inizialmente lo seguiva come manager? "Avevamo iniziato un rapporto, volevamo instaurare un rapporto a livello di management. Ma poi diciamo che sono cambiati i programmi, non ci siamo più trovati. C'è ancora un rapporto abbastanza buono fra noi. Siamo colleghi e basta".

Sui Dear Jack e la strada da solista dice: "Con i ragazzi, che sento ancora, ci siamo siamo conosciuti in tv. Con il passare del tempo mi sono accorto che non c'era il benessere... Gli equilibri non andavano se non si va d'accordo a livello personale si ripercuote sul lavoro. Così abbiamo deciso di prendere strade diverse. Il mio futuro era un punto interrogativo. Da solo ho anche pensato di non farcela. All'inzio è stata molto dura, ero il cattivo, quello che lasciava tutti. Sono stato condannato a morte sui social. I fan poi hanno capito la mia voglia di esprimermi... La Warner e Sanremo mi hanno fatto rinascere".

Maria De Filippi che gli ha detto? "Come una mamma mi ha suggerito di seguire il mio cuore. Ha assecondato tutte le mie scelte. E' sempre presente".

Sarà sul palco il 19 aprile all'Acatraz di Milano e il 21 all'Orion di Roma: "Il passato è importante e quindi oltre al ai nuovi brani riproporrò anche le canzoni più famose. Il mio pubblico ci tiene. Avrò anche tanti ospiti: da Benji e Fede a Briga agli Zero Assoluto e Fred de Palma".

Status sentimentale? "Sono single. Con la musica e il lavoro non ho molto tempo per pensare a una relazione. Ma sono un romantico e rimane il sogno di trovare l'anima gemella un giorno...".

bernabei-noi-siamo-infinito-tracklist-album.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail