Simona Ventura all'Isola dei famosi, Freccero: "Simbolo di una tv generalista in declino". Franco e Alessi: "E' in difficoltà"

La conduttrice, eliminata nella puntata del 4 aprile del reality show di Canale 5 e finita all'ultima spiaggia, nelle analisi di tre critici televisivi.

RASSEGNA STAMPA "La partecipazione di Simona Ventura all'Isola dei famosi è il racconto di una televisione generalista che sta finendo come finì la prima Repubblica, di un genere come quello dei reality che mostra segni di stanchezza, di una tv che verrà trasformata dalla convergenza con Internet e porterà mondi e volti nuovi. L'immagine di Simona che resta ancorata al suo programma, alla sua sfida è commovente": così Carlo Freccero, consigliere di amministrazione Rai, guru della neo televisione che nel 2001 portò la Ventura a Rai2 strappandola a Mediaset (di cui era stato direttore dei palinsesti) in un’intervista rilasciata al settimanale Chi (in edicola da mercoledì 6 aprile) analizza i motivi che hanno spinto lei ad affrontare come concorrente il reality che lanciò come conduttrice.

"La partecipazione di Simona è la sua confessione di non poter stare senza il piccolo schermo - aggiunge Freccero - e, come in tutte le confessioni, c'è sofferenza, dolore, strazio. Simona cerca attraverso l'Isola di rifondarsi, facendo leva sull'aspetto salvifico del mezzo".

Ma è il mezzo, cioè la televisione, ad essere profondamente cambiato, spiega Freccero: "Canale 5, da cui sono partito con Silvio Berlusconi negli anni Ottanta, rappresentava la bellezza, la novità, l'adolescenza. Oggi guardando Ciao Darwin, C'è posta per te e L'isola, sembra di vedere quella tv, ma con le rughe. Poi la De Filippi, che è un genio, che cosa fa ad Amici? Invita Kevin Spacey, il protagonista di House of cards, la serie che più di tutte rappresenta il futuro della tv e lo ingloba nel suo mondo, colloca Amici nella tv che verrà. La rivincita della Ventura sarebbe un salto nel passato. Il futuro della tv è altrove. È anacronistico chiedere ancora all'Isola la rissa, il sangue e la sofferenza. Il dramma di Simona è il dramma di una tv che non vuole sentirsi all'ultima spiaggia".

Della Ventura parla anche Renato Franco sul sito del Corriere della Sera: "In un cast da Grande Fratello (i presunti celebri sono mezzi sconosciuti), lei è l’unica davvero famosa. Le voci dicono che abbia accettato di partecipare al reality perché l’accordo comprende altri progetti per Mediaset. L’impressione è che quel mondo per accettarla di nuovo le voglia far pagare la scelta di aver abbandonato la tv generalista per quella a pagamento e ora la tratti come un corpo estraneo: la compagnia di giro — a partire dal suo amico Alfonso Signorini, velenoso come pochi (avercene di amici così...) — prova un gusto malevolo nel vederla naufraga in difficoltà, tutti sedotti dal piacere provocato dalla sfortuna altrui (la tedesca schadenfreude) ora pure con l’aggravante che è stata eliminata al televoto ma è ancora in gara nell’isola solitaria".

Roberto Alessi, direttore di Novella 2000, scrive sul sito del settimanale: "Qualcuno che sa mi dice che Simona lascerà anche Playa Uva, troppi sacrifici per quei 100 mila euro forfettari (non a puntata come si era detto prima), una cifra pazzesca per molti, guadagnata in poche settimane, una miseria per Simona abituata a cachet da capogiro. Magari saranno solo chiacchiere, magari è andato tutto come anticipato per caso, le voci sono tante, ma questa era l’unica che avevamo ritenuto credibile. Che in certi reality di reality ci sia poco e che gli autori ci mettano molto del loro per gli ascolti è cosa risaputa, ma L’Isola su questo ha sempre volato alto, in più in studio si è fatto un gran parlare del pubblico che da casa ha partecipato 'attivamente al televoto visto che nel corso della settimana sono arrivati più di tre milioni e mezzo di voti per questa nomination' ossia se mandare a casa Simona Ventura o Jonas Berami, un vero e proprio record assoluto per il reality. Certo che prendersi il 67 per cento dei voti contro è una dura prova anche per una donna soprannominata SuperSimo. Che sia finita la sua popolarità? Non è detto, dietro certe votazioni ci sono meccanismi imprevedibili come il web che crea e distrugge i personaggi nel giro di poche ore. Simona oggi è nella polvere, magari domani mattina la eleggono regina. Un’ultima cosa, questa Isola dei non famosi rimane in ogni caso L’Isola di Simona Ventura, senza di lei questa edizione sarebbe come una minestra senza sale".

simona ventura-isola-problemi sterno

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail