Antonella Clerici: "La prova del cuoco leader negli ascolti a mezzogiorno, la tv sobria e tranquilla che voglio fare io funziona"

Ecco cosa dichiara la conduttrice nella puntata di martedì 5 aprile 2016 del programma culinario di Rai1: rivendicati con orgoglio i dati Auditel e non solo...

antonella-clerici-la-prova-del-cuoco-5-aprile-2016.jpg

Antonella Clerici (voto: 7) ha voluto - sia pure con il sorriso - togliersi un piccolo sassolino dalle scarpe in apertura della puntata di martedì 5 aprile de La prova del cuoco (6,5) su Rai1. Prima di far cucinare la chef Alessandra Spisni (tornata regolarmente nel cast fisso del programma) ha rivendicato i dati Auditel della trasmissione: "Edmondo (Conti, l'autore, ndB) mi ha detto: 'Vabbé che sei sempre low profile' perché a me non piace parlare d'ascolti perché chi si loda si imbroda ma quando ci vuole ci vuole visto che siamo quasi a fine stagione... il mezzogiorno di Rai1 è leader di questa fascia e io ringrazio tantissimo il pubblico perché anche ieri, a proposito di curve, abbiamo avuto una curva straordinaria. Siccome ogni tanto anche la televisione sobra, tranquilla funziona... almeno è quella che io so fare e che voglio fare... c'è sempre un'alternativa e c'è sempre un modo di fare le cose. Adesso non lo dico più fino alla fine dell'anno quando noi finiamo La prova del cuoco".

In una stagione per lei poco fortunata in prima serata (Ti lascio una canzone ha chiuso definitivamente dopo gli ascolti in forte calo mentre in primavera non c'è nessun suo coinvolgimento) è arrivata la presa di posizione orgogliosa sul cooking show a cui è particolarmente legata. In attesa, magari, di ritornare anche in prime time da settembre con uno show ricco di ospiti...


Antonella Clerici e le dichiarazioni su La prova del cuoco a Tv Talk


La prova del cuoco

va in onda da 16 anni: "Devi cambiare, rispettando però un'abitudine del pubblico, le persone devono trovare le loro sicurezze. Quando cambio radicalmente o i personaggi o uno stile o metto più gare e meno ricette ottengo di meno, devi modernizzare nella tradizione, ogni anno ci provo, ci sono anni in cui il personaggio ti cambia la stagione e altri che sono più complicati. Il format originale riguardava la gara finale di 20 minuti, ma anche quella è cambiata. Diciamo che l'unico obbligo da rispettare, e che ancora rispettiamo, è la presenza in gara di due cuochi professionisti e dei concorrenti 'normali', questa è obbligatoria. Abbiamo un ascolto più basso quando i bambini sono a casa e non a scuola perché ci sono le reti satellitari con i cartoni animati che loro guardano, dieci anni fa questo non esisteva e La prova del cuoco colorata piaceva ai bambini, oggi non più".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail