Laura e Paola: "Gli ospiti si metteranno in gioco. Condurremo Sanremo? Troppa paura". Campo dall'Orto le elogia

Presentato in conferenza stampa lo show di Rai1 in onda da venerdì 1 aprile per tre settimane. Ecco le dichiarazioni delle "conduttrici", del direttore generale, di quello di Rai1 e di quello artistico.

E' stato presentato Laura e Paola, lo show evento di Rai1 in onda da venerdì 1 aprile.

Il direttore generale Antonio Campo dall’Orto dice: “E’ la prima volta che introduco un prodotto in una conferenza stampa, ci tenevo ad esserci perché questo show è un bell’esempio di ciò che la Rai deve fare”. E ha ringraziato le “due artiste che oggi portano il loro talento dentro la Rai”.

Tre le puntate previste nelle quali le due protagoniste proporranno performance musicali, monologhi e sketch comici, con l’ausilio di grandi ospiti. Si parte, nella prima puntata, con Andrea Bocelli, Noemi, Raoul Bova, Marco Mengoni e Fabio De Luigi. “Sugli sketch esilaranti con gli ospiti non garantisco”, scherza la Cortellesi che spiega: “Gli ospiti si metteranno in gioco con noi” in quelle che la Pausini definisce “le classiche ospitate dello show che vedevo quando ero piccola. Quello è il varietà che ci piace e lo faremo con ospiti importanti che, prima di tutto, sono nostri amici perché è uno show improntato sull’amicizia”.

Nonostante gli ospiti meravigliosi “che vengono in base a quello che vogliono fare con noi”, però, aggiunge la cantante, “non rifaremo Milleluci perché quell’epoca meravigliosa non si può ripetere. Oggi bisogna tenere conto della concorrenza e, poi, io non sono Mina e lei non è la Carrà”. Cortellesi aggiunge: “Quella era un'altra tv, ma è il tipo di varietà che ci piace tanto. Ci pesa un po' questo paragone perché quelle due grandissime star sono ineguagliabili come lo erano i loro ospiti nel periodo d'oro della Rai. Questo programma vuole essere un varietà classico ed è questo il tentativo che stiamo facendo. La cosa più nuova sarebbe tornare alla tradizione, se ci riusciremo avremo raggiunto il nostro obiettivo”.

Il direttore artistico del programma Giampiero Solari sottolinea che tutte e due cantano, recitano e ballano. Anzi no, ballano un po’ meno, ma cantano e recitano benissimo”. E dire che, fino a qualche tempo fa, le due non si conoscevano: “E’ stata una conoscenza avvenuta casualmente grazie alle loro figlie che si chiamano Paola e Laura - racconta Solari - Insieme formano una scintilla, un mix strano, una combinazione di tanti elementi”. La Pausini riprende: “Sono lusingata che Rai1 mi abbia chiamato, il momento di fare questo show è arrivato solo perché c’è Paola”. Che, dal canto suo, replica: “Uno show in diretta è duro da affrontare. Non me la sarei sentita di farlo da sola. L’unico motivo è Laura. Noi siamo due turiste nella Rai, ce la stiamo mettendo tutta”. Con l’aiuto di amici eccellenti come Fiorello che “ci viene a trovare tutti i giorni” (e dovrebbe comparire nella prima puntata) e come i colleghi degli spot: “Nessuno di loro ha fatto problemi, non hanno fatto nemmeno una domanda sui questi spot ironici e non ci hanno chiesto i testi”.

A questo proposito, il direttore di Rai1 Andrea Fabiano osserva: “E’ importante far sentire la presenza della rete in tutto quello che facciamo. Giancarlo Leone (ex direttore di Rai1, ndB) ha lanciato questa avventura che, finalmente, è arrivata. Sono stato in studio, ho visto l’energia, la complicità. Ed erano solo prove. Non vedo l’ora di godermi lo show”.

In conclusione una domanda sul Festival di Sanremo: “Insieme? Fantastico, lo condurremo sicuramente. Peccato che Carlo Conti non ne sia al corrente… Io sono già nel panico per dopodomani, figuriamoci Sanremo! L'unico Sanremo che ho fatto è quello con Simona Ventura nel 2004, nel quale la conduzione era stata decisa all'ultimo ed eravamo molto libere. Io però lì facevo il pagliaccio, la cosa che mi riesce meglio. La conduttrice vera e propria non l'ho mai fatta. Anche con Bisio a Zelig avevo comunque un ruolo in commedia. È quello che so fare, condurre è un altro mestiere”. Sulla stessa lunghezza d’onda la Pausini: “A Sanremo sono nata e tornarci mi mette sempre una paura terribile, come è successo anche quest'anno. È complicato rispondere a questa domanda. Da un certo punto di vista mi piacerebbe, ma penso che sia molto impegnativo per le critiche che si ricevono. Io non reggo molto quelle assurde o inventate, poi vado nei social network e rispondo”. “Per questo - conclude la Cortellesi - io non ho i social!”.

laura-e-paola-conferenza-stampa.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail