MasterChef 5: vince Erica Liverani (video), al 2° posto Alida Gotta, al 3° Lorenzo De Guio nella finale del 3 marzo

Ecco cosa è successo nella finale della quinta edizione del cooking show di Sky Uno, in onda giovedì 3 marzo 2016. Chi ha vinto tra i tre finalisti? Scheda e video della proclamazione.

Ecco cosa è successo nella dodicesima e ultima puntata di MasterChef Italia 5 (voto: 6,5), in onda su Sky Uno. La giuria è composta dagli chef Carlo Cracco eBruno Barbieri e dal guru della ristorazione Joe Bastianich a cui si aggiunge lo chef pluristellato e patron di Cucine da incubo Antonino Cannavacciuolo.

erica-vincitrice-masterchef-italia-5.jpg

MasterChef Italia 5, riassunto della finale del 3 marzo 2016: vincitore Erica Liverani


I tre finalisti sono Alida GottaErica Liverani e Lorenzo De Guio. All’interno della Mystery Box ci sono i tre piatti da cui tutto è incominciato: "cappelletti della mia terra" per Erica, "petto d’anatra scottato in padella con una purea di cavolfiori e spugnole" per Lorenzo, "baccalà affumicato" per Alida. I tre devono riprodurre quei piatti, migliorandoli rispetto alla prima volta. Il vincitore è Erica.

All'Invention Test i giudici hanno davanti tre cloche sotto le quali si celano tre grandi piatti preparati da grandi chef donne. Il primo è di Iside De Cesare del ristorante La Parolina, in provincia di Viterbo. Il piatto che ha portato è una trota in oliocottura alle erbe e salsa di cetriolo. Il secondo piatto l’ha portato la chef triestina Antonia Klugmann del ristorante L’argine a Vencò: animelle di vitello, latte e limone candito. L’ultimo piatto arriva dalla Campania e lo porta Marianna Vitale del ristorante SUD: minestra di mare con frutta e verdura di stagione. Il vantaggio di Erica è quello di scegliere quale piatto cucinare e quale assegnare ad Alida e Lorenzo, oltre a ricevere altri preziosi consigli che i suoi avversari non hanno.

Per sé lei sceglie le animelle, ad Alida assegna la trota in oliocottura e per Lorenzo la minestra di mare. I finalisti, nel corso della prova, possono avvalersi di un solo aiuto da parte delle chef per soli cinque minuti. Il peggiore per i giudici è Lorenzo che è eliminato e, dunque, si classifica al 3° posto.

A supportare le due finaliste entrano per Alida il suo fidanzato e la sua futura suocera, per Erica i suoi genitori. Per loro il menù degustazione, quello con cui ogni grande chef celebra la propria storia. Il menù di Alida si chiama "equilibrio e sinestesia", quello di Erica, invece, "niente è facile, ma nulla è impossibile". Le due finaliste hanno a disposizione due ore e mezzo, ma solo al termine della prima ora possono presentare il loro primo piatto. La prima a suonare il campanello e a servire il primo piatto è Alida: gnocco di seppia al coriandolo e lime. Per Erica cocktail di scampi. Alida serve il suo secondo piatto: ricciola affumicata. Erica punta sul bis di capasanta. Terzo piatto di Erica: "è nato prima l’uovo o la gallina?". Per Alida "risotto al rognone". Quarto piatto di Erica? "Risotto con sentore di limone". Per Alida "baccalà in oliocottura". Poi "spigola con pelle croccante" per Erica. Quanto al dolce Alida chiude il menu con un "infuso tiepido frizzate", Erica con il "tortino al cioccolato con cuore di frutti di bosco".

A questo punto manca solo il verdetto. Che arriva dalla voce di Cracco. Erica trionfa, abbraccio collettivo, l'ultima immagine è quella di Emma, la bimba della vincitrice: consegnata a mamma nel momento topico, piange terrorizzata. Erica si porta a casa 100.000 euro in gettoni d’oro e l’opportunità di pubblicare un libro di ricette originali edito da Baldini & Castoldi.

Puntata del 3 marzo 2016

MasterChef Italia 5, chi è la vincitrice Erica Liverani


erica-masterchef-5.jpg

30 anni, fisioterapista di Ravenna

"Sono cresciuta in un piccolo paese in provincia di Ravenna, in campagna! Provengo da generazioni di contadini, la mia è una di quelle famiglie molto allargate che ormai non esistono più. Erica bambina era una piccola peste ruspante che non guardava la tv ma che viveva all’aperto e giocava con fratelli e cugini, tutti con le ginocchia perennemente sbucciate! L’Erica adulta ne ha passate tante, alcune non belle e non facili da superare, ma ne è uscita una donna forte e soprattutto mamma. In ogni fase della mia vita la cucina mi ha accompagnata, ma non sempre come sostegno; quando pesavo 20 kg in più la cucina è stata solo uno sfogo per me, il cibo era l’unica cosa che mi dava piacere, ma che allo stesso tempo mi faceva ingrassare. Poi ho cominciato a rispettarmi e ad amarmi e il mio interesse per la cucina è incrementato dovendomi impegnare a sfruttarlo a mio favore. Condivido ogni momento in cui cucino con Emma sperando di trasmetterle questa passione travolgente che va oltre alle giornate storte, alla stanchezza, al nervosismo e che mi fa vedere tutto sotto un altro punto di vista. La cucina per me è quell’attività che mi richiede energia ma che allo stesso tempo ne produce altra. L’Erica di domani non so come sarà, ho smesso di pensarci quando ho capito che la vita da un momento all’altro potrebbe cambiare le carte in tavola, perciò mi limito solo ad essere sempre pronta a reagire a tutto cercando di dare sempre il meglio di me".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail