Raffaella Carrà: "The Voice? Vorrei trovare una mia Emma o Amoroso. Il vincitore di Forte forte forte non lavora su Rai1"

La conduttrice torna a fare la coach nel talent show di Rai2 (la quarta edizione inizia mercoledì 24 febbraio) e critica il format a Il Giornale e a La Stampa.

Dopo la conferenza stampa di presentazione Raffaella Carrà ha rilasciato nuove interviste ai quotidiani (La Stampa e Il Giornale) in cui torna a criticare il meccanismo di The Voice of Italy, la cui quarta edizione parte mercoledì 24 febbraio su Rai2.

In particolare afferma: "Sono molto affezionata a The Voice, trovo che come meccanismo sia il più forte fra tutti i talent musicali. Bisogna prima di tutto scegliere un ragazzo che abbia una sua unicità. Non basta la voce, deve essere diverso da tutti quelli visti finora. E questo è il motivo per cui ho accettato di tornare, oltre al fatto che ci tengo molto al programma avendolo tenuto a battesimo insieme a Cocciante, Noemi e Pelù. Non mi interessa se ad essere lanciato sia un concorrente mio o di un'altra squadra. Una casa discografica come la Universal (partner del programma), dovrebbe fare grandi sforzi per lanciare il vincitore e anche il secondo classificato. Soprattutto bisogna trovargli un brano molto forte. La fortuna di un artista è fatta per il 50 per cento dal brano e per l'altro 50 da chi lo canta. Aiutarli io? Non sono mai stata la manager di nessuno. Alcuni ragazzi restano in contatto con me, ma posso dare loro solo dei consigli. Il fatto è che dovrebbero avere delle persone solide accanto, soffro a vedere che in alcuni casi i manager che li seguono non vanno bene: mi piacerebbe che fossero indirizzati anche all'estero, verso il mondo latino. Quest'anno sarei felice anche solo di trovare tra i giovanissimi selezionati, che hanno tra i 16 e i 18 anni, qualcuno che possa darmi le stesse soddisfazioni che ha provato Maria De Filippi con Emma Marrone o con Alessandra Amoroso".

Chiara dello Iacovo, uscita da The Voice, è arrivata seconda tra le giovani proposte a Sanremo: "Mi è piaciuta: ha presenza scenica presenza, feeling con il pubblico e una voce molto personale. La Rai e Sanremo devono continuare a sostenere questi giovani".

E su Forte forte forte, proposto l'anno scorso su Rai1 con ascolti negativi, dice: "La trasmissione aveva fatto un risultato di share in linea con altri talent ma la rete a buona parte della stampa non avevano capito i nostri sforzi. Questa cosa mi aveva profondamente deluso perché sono ancora convinta che Forte forte forte sia l'idea giusta per creare l'intrattenitore di domani. Sono felice che perlomeno i sei finalisti del programma stiano lavorando e anche bene. Purtroppo il vincitore Stefano Simmaco, nonostante il contratto con la Rai, è comparso solo durante Telethon, si meriterebbe molto di più...".

the-voice-4_raffaella-carra.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 75 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO