Ascolti: ottava puntata di MasterChef 5 a 1,3 milioni (4,44%), seconda di E poi c'è Cattelan (video) a 363mila (2,5%)

Ascolti tv di giovedì 4 febbraio 2016 su Sky Uno: ecco i numeri dell'ottava puntata della quinta edizione del cooking show (con i dati sui social network) e della seconda del late night show (con video).

ASCOLTI E SOCIAL TV MasterChef Italia 5 (voto: 6,5), in onda giovedì 4 febbraio su Sky Uno, ha ottenuto 1.351.000 spettatori (dati Auditel) con una permanenza dell'82%. L’episodio 15 è stato visto da 1.371.000 spettatori con il 4,22% di share mentre il 16° è stato seguito da 1.330.000 spettatori con il 4,66% di share e una permanenza record dell’86%.

Cresce anche E poi c'è Cattelan (7), la cui puntata è stata seguita da 363.000 spettatori medi con il 2,5% di share.

Buoni risultati anche sui social network: MasterChef risulta il programma più twittato di giovedì e, ad ora, della settimana. #MasterChefIt è stato inoltre l’hashtag riferito a un programma tv più usato nella giornata di giovedì ed è entrato nella classifica dei Trending Topic italiani e mondiali raggiungendo le prime posizioni.

I tweet riferiti alla puntata di giovedì sono stati 31.300 con una unique audience di 117.600 utenti unici che hanno generato 1.900.000 impression (fonte Nielsen Social). I tweet riferiti alla puntata di E poi c’è Cattelan sono stati 3.200 (fonte Nielsen Social). L’hashtag ufficiale #EPCC ha scalato la classifica dei trending topic di Twitter fino ad arrivare tra le prime posizioni.

Record per il sito ufficiale masterchef.sky.it: con 195mila utenti unici segna il record per l’ottava serata tra tutte le edizioni precedenti di MasterChef.

roberta-vinci-cattelan.jpg

Giovanni eliminato a MasterChef 5


giovanni-masterchef-5.jpg

26 anni, dottorando in Filosofia di Gaeta (LT)

"Sono nato e cresciuto a Gaeta, dalla quale mi sono gradualmente allontanato con gli anni, in particolare da quando, nel 2007, ho cominciato l'università a Roma e da quando, nel 2014, ho deciso di trasferirmi ancora più a Nord, a Venezia, per scrivere la mia tesi di dottorato e per immergermi nell'atmosfera poetica ed ispiratrice di una delle più belle città del mondo. È proprio all'inizio della mia carriera universitaria che ho cominciato a cucinare, poiché la crudele alternativa era morire di fame, mangiare male o imparare a cucinare! Essere uno studente fuori-sede ha dunque rappresentato per me quello stimolo necessario per cominciare a cucinare in maniera più ragionata, poiché, a differenza di molti miei «colleghi» più pigri e faciloni, non mi accontentavo di una dieta pizza, kebab e surgelati! La mia esperienza a MasterChef, nata inizialmente come un semplice gioco, potrebbe rappresentare una possibilità importante per il mio futuro prossimo, poiché, in caso di vincita, avrei a disposizione il tempo e le risorse necessarie per potermi dedicare alla Filosofia in modo originale e creativo, senza dover necessariamente emigrare, come finora ho ipotizzato. In ogni caso, anche se la strada è lunga e piena di imprevisti, io ho già bene in testa tutto: il menù filosofico per l'eventuale finale, da intendersi come un vero e proprio viaggio nella storia della filosofia, dall'antica Grecia ai giorni nostri; l'eventuale libro di ricette da pubblicare in caso di vincita; il nome del mio ristorante filosofico, etc.".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail