Valerio Scanu: "Snobbato nella vita ma ho preso qualche rivincita. A Tale e quale non mi sono fatto blandire dai complimenti"

A Gente parla il cantante sardo alla vigilia della partecipazione al 66° Festival di Sanremo. Ecco le dichiarazioni sui fan, su Tale e quale show e sulla sua vita.

tale-e-quale-scanu-pavarotti.jpg

"Di recente Red Ronnie mi ha detto 'Due anni fa tutti ti davano per finito, da un punto di vista discografico. E invece guarda dove sei arrivato'. Sì, sono stato molto snobbato nella vita. E oggi posso dire di essermi preso qualche rivincita. Ma altre, soprattutto nell’ambiente musicale, me le voglio ancora prendere": a Gente parla Valerio Scanu alla vigilia della partecipazione al 66° Festival di Sanremo con la canzone Finalmente piove.

Intanto parla dei fan. Anzi delle fan "perché principalmente sono donne": "Sono molto combattive. Lo vedi sulla Rete: il nome di Scanu viene spesso usato per attirare l’attenzione, crea dibattito e purtroppo viene anche usato a sproposito. E loro si fanno sentire. Molte di loro mi seguono spessissimo ovunque mi sposti, per serate e concerti. Di regali me ne hanno fatti tanti, dai più semplici ai più costosi. Nel 2013 si sono messi insieme in una trentina e mi hanno regalato un pianoforte a coda. Sapevano che lo avrei comprato e hanno 'anticipato la mossa'. Un pianoforte importante, tedesco, uno Steinweg, che costa parecchie decine di migliaia di euro".

A proposito dei sostenitori "gli invadenti ci sono ma non li definirei fan. Le persone assillanti, che vogliono entrare nel tuo privato solo per violare la privacy, non ti rispettano. Sono solo scocciatori e mitomani".

Di lui dice: "Sono una persona che divide, me ne rendo conto. Non ho mai avuto paura di dire quello penso, non ho filtri. Se è un difetto, rifletto sempre troppo poco sulle conseguenze: questo è il rovescio della medaglia. So essere pungente, ma non ho mai insultato nessuno".

A Tale e quale show - ricorda - "nell'edizione 2014, nonostante i tanti 'bravo, sei il migliore' che arrivavano da giuria e compagni, alla fine sono arrivato secondo. Quando sono tornato, nell'ultima edizione, ho vissuto l'esperienza senza aspettative. Mi isolavo dai commenti dei compagni, non mi sono fatto più blandire dai complimenti. Anche perché le quattro performance che ho portato in scena erano talmente impegnative che non lasciavano spazio ad altro. Luciano Pavarotti è il personaggio cui sono più affezionato perchè è legato alla proclamazione della vittoria".

Ancora una volta, infine, glissa sulla situazione sentimentale e mantiene la sua tradizionale riservatezza.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.02 su 5.00 basato su 127 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO