Alessio Bernabei: "Dear Jack? Ora posso dare sfogo alla mia personalità. Sono tornato a casa dei miei e resto single"

Il cantante, intervistato da Grazia, spiega perché ha lasciato la band con cui partecipò ad Amici e dice cosa si aspetta nel prossimo futuro.

alessio-bernabei-grazia-dicembre-2015.jpg

Alessio Bernabei è fidanzato? Non ci sono mai stati molti gossip su lui. E il diretto interessato, intervistato da Grazia, dopo aver ribadito di essere appassionato di "piedi femminili", dice: "Ho tante amiche 'with benefits' (amicizie che implicano anche relazioni intime, ndB). Mi hanno fotografato una volta sola con la cantante Bianca Atzei. E non facevamo neanche coppia: non è il mio tipo. Quando sarò innamorato non ci sarà motivo di nasconderlo. L'amore non avverte, arriva e basta".

A Sanremo 2016 sarà in gara così come la sua ex band dei Dear Jack: "Sarà una sensazione nuova. L'anno scorso ero al loro fianco, ora siamo concorrenti. Ma non sarà né la prima né l'ultima volta che ci incontreremo sullo stesso palco. Facciamo lo stesso lavoro. E' già successo al concerto di Natale in Vaticano, succede a Bari il 31 dicembre per il Capodanno di Gigi D'Alessio. Siamo rimasti in buoni rapporti. Sono andato via perché negli ultimi tempi era sempre 'io contro di loro'. Adesso auguro ai Dear Jack tutto il bene possibile".

Su Leiner Riflessi, nuovo componente del gruppo, dice: "Io sono certo delle mie potenzialità, le sue non le conosco. Abbiamo timbri molto diversi, lui ha dato ai Dear Jack delle sfumature vocali nuove, spero che i fan lo apprezzeranno".

Chi è più famoso tra lui e la band? "Per ora entrambi e va bene così. Poi, per quanto riguarda me, parlerà la musica, la reazione dei fan al mio primo album. Quando mi incontrano per strada sono 'quello dei Dear Jack' ma l'obiettivo è spostare l'attenzione verso Alessio, il cantante. Sono sempre me stesso ma adesso ho l'opportunità di dare sfogo alla mia personalità artistica. Prima ero più chiuso nei canoni stilistici della band. Ora posso sperimentare sonorità diverse, se voglio posso mettere in un pezzo l'elettronica o lo swing".

Intanto è tornato a vivere da mamma e papà a Tarquinia (Viterbo): "Sono tornato sulla terraferma, in cerca di armonia. In un certo senso è stato un sollievo ritrovarmi nella mia stanza da adolescente, a sentire nell'altra sala la mamma che cucina. Adesso non vedo l'ora di ripartire, con più energia di prima".

La parte più brutta del successo? "La paura di perderlo".

Lui, però, si concentra sul primo dei tre album previsto nel contratto firmato con Warner ("Vorrei che fosse il meglio del meglio, perché deve dare il via alla mia nuova storia. Sto collaborando con autori eccezionali e metto il mio zampino in ogni traccia") e sul pezzo del Festival Noi siamo infinito ("Mentre la scrivevo mi ha fatto pensare 'Questa è 'la' canzone, devo usarla in un'occasione importante. E che cosa c'è meglio del Festival?").

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail