I misteri di Laura, anticipazioni prima puntata: indagine sulla morte di un imprenditore, scintille tra l'ispettrice e Matteo

Anticipazioni sulla trama, sul cast e sui personaggi della prima puntata della fiction con Carlotta Natoli, in onda martedì 27 ottobre su Canale 5. Fotogallery e video del promo.

Martedì 27 ottobre alle 21.30 su Canale 5 andrà in onda la prima puntata della fiction I misteri di Laura, prodotta da Luca Barbareschi per Casanova Multimedia con la regia di Alberto Ferrari.


I misteri di Laura, cast artistico: attori protagonisti e personaggi interpretati


Laura Moretti-Carlotta Natoli
Matteo Maresca-Daniele Pecci
Iacopo Banti-Gian Marco Tognazzi
Lidia Vasari-Eleonora Sergio
Carlo Alberto Pinzi-Daniele Foresi
Martina-Fatima Trotta
Allegra-Giulia Salerno
Luca e Marco-Matteo

e Leonardo Frontoni

i misteri di laura-prima puntata

I misteri di Laura, anticipazioni sulla prima puntata del 27 ottobre: la trama


Laura Moretti è un’ispettrice di polizia tanto geniale quanto incasinata. Deve conciliare un lavoro a dir poco impegnativo con l’essere madre di tre figli fra cui due gemelli pestiferi di 8 anni. Si è separata da poco da suo marito Iacopo (poliziotto nello stesso commissariato di Laura) dopo il tradimento di lui con una donna misteriosa, che ancora la fa soffrire e che l’ha portata a bruciare le tappe e a volersi separare in fretta. Iacopo le chiede di perdonarlo e di dargli un’altra possibilità ma Laura è irremovibile.

Nel frattempo il capo di Laura, il questore Felici, le ordina di proteggere l’imprenditore Emilio Ruzzi, vittima di misteriose minacce di morte. L’uomo è molto in vista tanto che a sovrintendere le operazioni ci sarà anche Fulvio Gerardi, un incaricato della prefettura. Mentre Laura si dirige alla villa in cui dovrà passare la notte per proteggere Ruzzi, si scontra con un motociclista spericolato e maleducato. Subito dopo scopre con disappunto che lui sarà il suo nuovo compagno di lavoro: Matteo Maresca.

Nonostante tutte le cautele della polizia, quella notte l’imprenditore viene ucciso all’interno della sua stanza, senza che apparentemente nessuno abbia potuto entrare o uscire. Tutti coloro presenti al momento del delitto nella villa vengono ascoltati ed ognuno di loro racconta il suo alibi.

Intanto in commissariato, Felici informa Laura che Matteo è stato trasferito temporaneamente da Palermo per insubordinazione e che lei dovrà stendere un rapporto disciplinare su di lui. Fin dall’inizio i metodi investigativi di Matteo si rivelano piuttosto rudi e lo portano a scontrarsi con Laura che ha tutt’altro metodo. Chi invece pende dalle sue labbra e lo elegge a proprio mentore è il giovane agente Carlo Alberto Pinzi, perdutamente innamorato della collega Lidia Vasari che non invece lo degna di uno sguardo. Iacopo dal canto suo frequenta regolarmente casa di Laura per stare accanto a lei e ai bambini, e si accorge che Omero, il pesce rosso, è morto. Laura e Iacopo nascondono la cosa ai bambini e Laura ne ruba un altro uguale nello stagnetto di villa Ruzzi. Ma un giorno i bambini scoprono la sostituzione perché il nuovo pesce è una femmina e partorisce: è proprio Iacopo a convincere i figli a perdonare la madre, la quale è convinta che Omero sia morto per colpa sua che si è dimenticata di dargli da mangiare.

Intanto sul fronte del giallo Laura e Matteo scoprono che Ruzzi si era rivolto ad un avvocato divorzista e poi interrogano Giacomo, il fratello della vittima, che ammette di avere molti debiti a causa della sua dipendenza dai giochi online. A villa Ruzzi, parlando con il giardiniere, Laura apprende che è stata sottratta di nascosto da qualcuno la punta dell'iniettore per la cura delle palme. Iacopo informa Laura che è stato arrestato un trafficante di quadri rubati alla villa, probabilmente con la complicità di Giacomo che si finanziava così il vizio del gioco, ma Laura non è convinta. L'autopsia rivela che la morte di Ruzzi è stata causata da un'emorragia interna procurata da una ferita da taglio. Laura arriva e mostra a tutti un iniettore da giardinaggio che ha comprato dopo il colloquio con il giardiniere e che si rivela compatibile con l’arma del delitto. Giacomo ammette il coinvolgimento nella sostituzione dei quadri con dei falsi, ma secondo Laura non è lui l’assassino: nella sua stanza i quadri erano appesi al contrario, di certo non ha il profilo di un assassino capace di compiere un delitto perfetto.

Laura e Matteo ascoltano l'avvocato De Santis che ha dichiarato di trovarsi in biblioteca al momento del delitto e che invece secondo Laura ha un'allergia da graminacee perché si trovava in giardino (e avrebbe quindi mentito sull’alibi). Matteo ipotizza che l'uomo fosse in compagnia di una donna. I nostri vanno a parlare con Bianca, la vedova Ruzzi, la quale in un primo momento nega di sapere dell'intenzione del marito di voler chiedere la separazione e di essere stata in giardino con De Santis, ma subito dopo ammette di avere una relazione con l'avvocato, poiché d'altronde anche il marito la tradiva.

Laura interroga poi la socia di Ruzzi, Elena Martorelli. La donna ammette di avere del rancore nei riguardi di Ruzzi, colpevole della fusione della ditta della sua famiglia. Poi consegna a Laura l'agenda personale di Emilio. Matteo va a casa di Laura per studiare il caso su cui stanno indagando e fa la conoscenza dei suoi figli.

Laura intanto consulta un veterinario e scopre che Omero è semplicemente morto di vecchiaia, capisce anche che nel corso degli anni Iacopo ha sostituito vari “Omeri” senza dirle nulla. Lo rinfaccia a Iacopo il quale finisce per “confessare” davanti ai figli. Laura e Matteo, studiando i movimenti di Ruzzi, trovano l’albergo dove l’uomo si incontrava con l’amante: la donna delle pulizie gli dice che l’ultima volta i due hanno litigato e gli consegna la fede della donna con una data incisa all'interno.

Elena Martorelli viene arrestata e il caso viene considerato chiuso, ma Laura è convinta che non sia lei l'amante e l'assassina di Ruzzi, perché lei è diabetica e non avrebbe potuto mangiare i dolci ordinati in camera dai due amanti. A casa quando i gemelli lasciano la tv accesa per far credere di essere in salotto e invece sono a giocare in cortile, Laura ha un'intuizione. Convoca tutti e ricostruisce il caso. Emilio Ruzzi in albergo ha ucciso la sua amante, che era la moglie di Gerardi. Infatti l'uomo ha una fede particolare, uguale a quella trovata da Laura e con la stessa data incisa. Quindi Gerardi ha ucciso Ruzzi per vendicarsi e lo ha fatto prima di chiuderlo nella stanza blindata.

Chiuso il caso, il questore Felici annuncia che andrà in pensione e durante i festeggiamenti nomina Iacopo Banti nuovo questore. Matteo scherza con Laura, rimasta delusa poiché aspettava per sé quel nuovo incarico.

Intanto si svela che Lidia Vasari è la misteriosa amante di Iacopo e tenta di riavvicinarsi a lui ma Iacopo la allontana dichiarando di voler riconquistare Laura.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail