Grand Hotel 2 ci sarà? Finale aperto e ascolti in crescita, gli attori commentano il successo della fiction di Rai1

Ci sarà il seguito della fiction di Rai1? A Tv Sorrisi e Canzoni parlano i protagonisti e il produttore esecutivo per Cattleya, l'ultima parola spetta alla tv di Stato.

"Non lo sposare Adele, ha ucciso tuo padre…": la prima stagione della fiction Grand Hotel (voto: 5,5) si è chiusa con Pietro Neri, ammanettato prima di essere condotto in carcere, che è entrato in chiesa per provare a evitare il matrimonio tra la sua amata Alibrandi e il cattivo Marco Testa. Ci sarà un seguito? Gli ascolti in crescita, sia pure non entusiasmanti (tra il 15 e il 16% di share) ma capaci di tenere testa alle consolidate serie di Canale 5, e il finale aperto (dopo sei puntate di odi, passioni, dispetti, segreti e omicidi) lascerebbero intendere di sì.

"Dipende dalla Rai - spiega a Tv Sorrisi e Canzoni Claudia Aloisi, produttore esecutivo per Cattleya, la società che ha realizzato la serie - Noi abbiamo opzionato tutti gli attori e stiamo già scrivendo i soggetti di un’eventuale continuazione. Nelle prossime settimane sapremo se si farà".

Tanti attori giovani e poco conosciuti, bei costumi, ambienti affascinanti, paesaggi incantevoli hanno catturato l'attenzione soprattutto del target femminile. "Abbiamo cercato di trattare la storia con leggerezza, inserendo l’elemento del serial killer e del poliziotto che indaga". Il risultato? Meno soap e melò, più movimento e più commedia. In una sola definizione: "Un giocattolone pieno di ritmo", conclude la Aloisi.

"Il personaggio è bello, una persona sanguigna. Mi affascinava il fatto che fosse diverso dall’ambiente che lo circondava, dall’ordine tipico e cerebrale dell’aristocrazia", dice Eugenio Franceschini alias Pietro.

Andrea Bosca alias Marco il cattivo è soddisfatto del successo "perché stavolta si trattava davvero di una scommessa. Luca (il regista Ribuoli, ndB) ha avuto il coraggio di portare in prima serata su Raiuno un gruppo di attori semisconosciuti e ha funzionato. Il pubblico, poi, ci ha premiati, crescendo di puntata in puntata".

Valentina Bellè che ha intepretato l'eroina Adele dichiara: "Per fare Grand Hotel ho abbandonato la scuola di recitazione e non è stato facile. Ma aveva ragione la mia agente: ho fatto bene ed è stata una grande scuola. Il set è un mondo a parte, una famiglia con le sue regole con cui devi imparare a convivere, ciascuno ha il suo metodo di recitazione ed è stimolante studiarsi a vicenda. Un’esperienza bellissima e complessa".

Infine Emanuela Grimalda-la strega Rosa Cereda: Mi sono proprio divertita a interpretare il mio personaggio. Recitare un ruolo da cattiva in costume, con quella buffa parrucca... e poi Grand Hotel è un prodotto davvero innovativo per il suo genere, girato bene e con un’ottima squadra. Il bis è una cosa molto probabile. Se mi chiamano io sono pronta".

grand-hotel-marco-pietro-petto-nud0-fiction-rai1.jpg

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.07 su 5.00 basato su 58 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO