Monte Bianco, il Club Alpino contro il reality e Caterina Balivo. Il direttore di Rai2 Angelo Teodoli risponde alle critiche

Il Club alpino italiano è insorto contro la spettacolarizzazione del Monte Bianco, titolo del nuovo reality di Rai2.

immagine-852.png

"Stiamo rasentando la follia, perdendo il buon senso e il rispetto per la montagna". Così il Club Alpino Italiano ha tuonato, in una nota inviata agli organi di stampa, contro Monte Bianco, il nuovo reality vip ad alta quota condotto da Caterina Balivo su Rai2. Il debutto è previsto per il mese di novembre, ma le registrazioni sono in pieno svolgimento (tra i concorrenti si parla di Gianluca Zambrotta, Jane Alexander, Enzo Salvi, Filippo Facci e Arisa).

Per il Cai il programma rischia solo di spettacolarizzare e svilire uno sport a prova di gossip, almeno sinora. Si dovrebbe invece "usare la montagna per informare il pubblico sul rispetto ambientale, per salvare il salvabile e non per farne un ulteriore palcoscenico al fine di fare audience". La Commissione interregionale tutela ambiente montano ha, quindi, paragonato il nuovo adventure show della Rai all'Isola dei famosi: "Dalle isole più sperdute ora si vuole portare in scena sul Monte Bianco le star per farne uno spettacolo televisivo?".

Piovono critiche anche sulla conduttrice che, a proposito dell’impegno cui è chiamata, aveva dichiarato di essere "pronta con le scarpe da trekking". La replica del Cai è sferzante: "in quota si usano scarponi d’alta montagna e non scarpe da trekking". Nel mirino delle contestazioni anche le guide alpine coinvolte come 'tutor" del programma: "Si presteranno a condurre dei vip per permettere loro degli show in alta quota? Pur essendo un corpo professionale a disposizione di chi pratica l'alpinismo serio, mai si rovinerebbero l'immagine per condurre dei neofiti a giocherellare sui ghiacciai. Per questo vi consiglieremo di usare fotomontaggi o finti ghiacciai e lasciare la vera montagna dove si trova".

A intervenire per stemperare le prime polemiche è stato lo stesso direttore di Rai2, Angelo Teodoli: "Non sarà la montagna dei famosi, semmai è un programma televisivo che proponiamo proprio per far conoscere la montagna con un linguaggio diverso. I protagonisti dovranno misurarsi con la realtà vera a quell’altitudine e saranno accompagnati da vere guide alpine valdostane: con loro ci sarà anche Simone Moro, alpinista che ha raggiunto più volte la cima dell’Everest. Faranno vita di comunità nei campi base e poi si cimenteranno in prove di montagna. Persone famose sì, ma dovranno fare i conti con situazioni in cui impareranno cosa significa stare lassù. Il nostro intento è concentrato sulla promozione della bellezza del Monte Bianco, nel rispetto delle regole. Semmai si dovrebbe applaudire un’iniziativa del genere che mira a esaltare una delle ricchezze italiane, le Alpi".

Siamo sicuri che la Rai correggerà il tiro per superare quello che, almeno sino ad ora, è semplicemente un pregiudizio. L'ardua sentenza andrebbe, infatti, rimandata al termine della visione.

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail