Coca-Cola Summer Festival 2015, rassegna stampa: si salva solo il vintage, Canale 5 non può fare a meno della De Filippi

Ecco le recensioni di Grasso e Dipollina sul programma musicale estivo di Canale 5 condotto da Alessia Marcuzzi. Ascolti positivi.

marcuzzi-baiguini-zerbi-coca-cola-summer-festival-2015.jpg

RASSEGNA STAMPA sul Coca-Cola Summer Festival 2015 (voto: 6,5), proposto per 4 giovedì sera su Canale 5 con buoni ascolti. Alessia Marcuzzi (6) è stata affiancata da Rudy Zerbi e Angelo Baiguini.

Aldo Grasso sul Corriere della Sera


"Condotto da un’Alessia Marcuzzi sempre sopra le righe, con l’affiancamento di Angelo Baiguini e Rudy Zerbi, il programma rispetta ogni regola, è asciutto e lineare: la piazza gremita, le brevi presentazioni, le canzoni dell’estate (sempre piuttosto autarchiche), gli scambi di battute in chiusura, lo sguardo a una classifica mutevole, le partecipazioni dei superospiti (leggi: quelli che hanno successo davvero) che si guardano bene dal partecipare alla gara, il torneo minore dei giovani, le telecamere che indugiano sul backstage. A fare la differenza, stavolta, sono però le tre corazzate che collaborano alla realizzazione dello show: la Coca Cola, che dà il nome al programma e lo inserisce nella sua campagna social con l’hashtag #DaiUnBacio; Rtl 102.5, la radio più ascoltata del Paese, che trasmette l’evento in contemporanea sulle sue frequenze e assegna i premi di puntata; e soprattutto la Fascino di Maria De Filippi, che sostiene lo sforzo produttivo, offre contenuti inediti negli spazi online di WittyTV e dà la ribalta ai cantanti lanciati da Amici e agli artisti già affermati che a vario titolo gravitano in quell’orbita. Anche in estate, anche quando è lontana dallo schermo, Canale 5 non può fare a meno di Maria".

Antonio Dipollina su Repubblica


"Alessia Marcuzzi in conduzione, festa, alè. Bene. Si ricordano: un tipo che suona un old-rock divertente nel finale, ma è dentro un concorso tipo talent. Tre o quattro – Malika eccetera – che si presentano con cose dignitose. Ma il tappeto sonoro è di inaudita bruttezza, con livello di canzoni di gruppi e solisti giovani degne di un Castrocaro minore: ed è l'effetto post-talent. Quello che viene presentato come tormentone estivo, una cosa spagnola da ballo di ubriachi al villaggio turistico, meriterebbe una querela dai Righeira. Però non è vero che le canzoni siano tutte da buttare: Se telefonando (versione Nek) non è male".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO