Virginia Tomarchio a Blogo: "Cristian? E' tornato il sereno. L'8 luglio ho l'audizione al Teatro dell'Opera. Stash è speciale"

"Guai a chi dice che i The Kolors non si meritano questo successo": parla Virginia Tomarchio fra Amici e Cristian lo Presti. Intervista di Blogo.

virginia-tomarchio-cristian-lo-presti.png

INTERVISTA DI BLOGO "Quando penso ad Amici penso anche alla parola 'emozione'". Parla Virginia Tomarchio, ballerina vincitrice del circuito danza dell'ultima edizione di Amici di Maria de Filippi. "L'emozione, esagerata, è quello che contraddistingue quest'esperienza. Mi sono emozionata spesso. Lì dentro l'aspetto più difficile è proprio quello di gestire le emozioni, ti ritrovi in situazioni molto più grandi di te giornalmente".

Forse è a causa di questo che il tuo percorso è stato altalenante?

"Probabilmente ero troppo istintiva. Ho avuto un percorso difficile. Non perché fossi scarsa. Ma, al contrario, i professori avevano capito che avevo delle doti sulle quali puntare. E qualsiasi cosa io facessi a loro non bastava, pretendevano di più. E' stato importante per me, mi hanno spronata a far uscire il mio lato migliore".

Alla fine hai fatto lo scherzetto a tutti e hai vinto. Secondo me neppure te lo aspettavi, sbaglio?
"Assolutamente, non me lo aspettavo. Ma adesso ti posso dire che, probabilmente, è grazie al mio percorso che ho vinto. Io mi dovevo guadagnare ogni piccola cosa all'interno di Amici e questo, alla fine del programma, mi ha aiutato. Ogni volta ballavo come se fosse l'ultima. Io mi ritenevo l'ultima ballerina, credevo sempre di dover uscire. Giorgio e Klaudia, invece, sono arrivati al serale come 'i bravi', erano i candidati alla vittoria ed hanno avuto una reazione diversa rispetto alla mia. Sapevano che erano i più bravi e, forse, non ci mettevano neppure troppo impegno. Io lo percepivo".

La storia con Cristian ha influenzato il tuo percorso?
"Io sono entrata un mese prima del serale e non ci voleva tutta quella situazione. Mi ha buttato giù, non riuscivo a concentrarmi".

Volevi pure andartene...
"Certo, era normale. Quando vedi che non riesci a trovare una via di uscita, la soluzione migliori credi che sia scappare. Poi, per fortuna, ho cercato di tirare fuori le unghie. Ho capito che stavo sbagliando tutto, anche a livello sentimentale, ed ho cercato di rimettermi sui binari giusti. Mi ero messa in testa che Cristian non fosse quello giusto, fraintendevo tutti i suoi comportamenti e mi ero convinta di cose che non esistevano. Mi ricordo benissimo una domenica, durante il pomeridiano. Sono stata una giornata intera a casa mia, da sola. Non ho voluto vedere nessuno. Avevo bisogno di purificarmi ed ho deciso di pensare solo a cose positive. Da lì ho riaperto gli occhi e ho cercato di mettermi nella strada giusta".

E quale era la strada giusta?
"(ride, ndr) Io vedevo Cristian nel mio futuro, accanto a me. Mi sono chiesta perché dovevo continuare a fargli del male se realmente lo vedevo nel mio futuro. Quindi ho cominciato a riflettere. E mi sono pentita di tutta quella vicenda. A modo mio ho cominciato a stare più serena, anche nel ballo. Cercavo di dimostrare quel che valevo anche per far vedere a Cristian i miei miglioramenti. Così arriva il serale. Ho scelto Elisa perché è stata una folgorazione. E se fossi andata nella squadra di Emma con Cristian, qualsiasi litigio sarebbe diventato immenso ed avrei rovinato tutto".

Quindi il rapporto, piano piano, si è riallacciato...
"Insomma, non subito. All'inizio ho avuto problemi. Lui si faceva influenzare dall'opinione dei suoi compagni e neanche mi guardava. Ho chiesto alla produzione di vederlo per capire cosa stesse succedendo e da lì è tornato il sereno".

Oggi è tutto chiarito con lui?
"E' tutto chiarito. Ovviamente rimango la stessa di prima anche nei suoi confronti. Lui pensava che io sarei cambiata, mi sarei montata la testa. Ma sono rimasta sempre me stessa anche se sto cercando di migliorare i miei difetti".

Perché ti chiama "Zizi"?
"(ride, ndr) Non lo so, è un nomignolo nato casualmente. Anziché chiamarci 'amore' o 'amò', ho iniziato a chiamarlo 'Zizi' ed ha iniziato pure lui a chiamarmi così".

Domanda banale: sei felice?
"Sì, sono molto felice. Ma pure in ansia".

Perché?
"L'8 luglio devo fare l'audizione per il Teatro dell'Opera di Roma".

Quindi non avevi vinto un contratto?
"Ho vinto il contratto ma devo comunque fare l'audizione come tutti gli altri. E' una cosa positiva, devo entrare per merito. Eleonora Abbagnato è stupenda, ballerina strepitosa. Tra l'altro è pure siciliana come me e sarebbe un onore lavorare con lei".

Ma cosa è successo durante questo mese post Amici?
"Non mi sono fermata un attimo fra eventi e la preparazione dell'audizione. E' un periodo tosto, sono in ansia ma anche molto concentrata".

Come commenti il successo dei The Kolors?
"Sono troppo simpatici, quando parlano in napoletano impazzisco, muoio dalle risate. Stash è un perfezionista, sta dalla mattina fino notte fonda a lavorare sul singolo dettaglio. Mette sempre la musica al primo posto. Mi devi credere, per un periodo sembrava un robot e non un essere umano. Doveva preparare il disco e veniva a riposarsi anche alle cinque e mezzo di mattina,ma alle nove del mattino seguente era già sveglio ed operativo. Non ho una mai visto una persona del genere, è veramente speciale. Guai a chi dice che i The Kolors non si meritano questo successo".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail