Stash a Sorrisi.com (video): "Duetto con Alessandra Amoroso? Magari! Fiero di essere figlio artistico di Maria De Filippi"

The Kolors a Sorrisi.com, il video e le dichiarazioni.

WEBVISIONI Rivediamo i The Kolors ospiti nella redazione di Tv Sorrisi e Canzoni: rispondono alle domande di Alessandro Alicandri.

sorrisi-the-kolors.png

The Kolors a Sorrisi, il video e le dichiarazioni


Il progetto The Kolors, spiega Stash, inizia nel 2010: "Nel 2010 eravamo quattro, c'era un altro ragazzo che suonava il basso. Avevamo voglia di fare qualcosa di nuovo. Ci siamo resi conto di avere gli stessi identici gusti e la stessa idea di mixare due epoche: l'urban-èunk degli anni '70 alle produzioni moderne. Il quarto componente è un nostro fratello, però ad un certo punto ci siamo resi conto che l'idea non era più condivisa e, per mantenere vivi i rapporti, abbiamo deciso di staccarci. Chissà, in futuro potrebbe tornare, ma per adesso ci sentiamo un'identità in tre".

Cosa facevano i tre prima della popolarità televisiva, oltre alla musica? Stash ha iniziato l'Università ma gli mancano "undici esami per finire l'Accademia di Brera, ma credo che là rimarranno". Alex ha fatto per un mese Storia Contemporanera perché, dice, "avevamo troppe date alle Scimmie" ma Stash rivela che "si è iscritto perché gli serviva la tessera per entrare all'Old Fashion il mercoledì sera". Daniele, invece, lavorava in un mini-market, "è finita l'aspettativa quando è finito Amici".

Quindi arriva Amici e la Maria De Filippi rock: "E' la persona più rock'n'roll con la quale abbiamo avuto a che fare. Noi quando siamo andati a fare il provino sapevamo che ci saremmo affacciati ad una realtà che non era perfetta per noi, noi venivamo dai localini e dalle robe alternative. Ci andammo con i piedi di piombo ed avevamo preparato dei brani più melodici, più 'per Amici'... e dentro ci avevamo messo EveryTime. Guardo caso, Maria si alza in piedi dopo l'inedito e ci dice che 'si vede che qui siete voi, proseguite in questa dimensione'. Lei aveva captato subito il nostro messaggio. Noi per anni abbiamo proposto in radio e alle case discografiche i nostri progetti, ma tutti ci dicevano che dovevamo fare una roba in italiano o 'alla Modà'. Però io non ero Kekko Silvestre e mi sentivo poco accettato. La sensazione più brutta è stata il sentirsi abbattuti dalla realtà discografica. Sono fiero di essere etichettato come figlio artistico di Maria".

Ora "non dormiamo, è faticoso e strano ritrovarci catapultati in questa situazione dove non hai non solo un day-off ma neppure un'ora-off. E' stressante ma piacevole. Ho sempre sognato di non poter fare vacanza per questo motivo ed eccomi qua [...] Noi cerchiamo di rimanere con i piedi saldi per terra. Però quando senti da parecchie persone dire 'Siete qualcosa che potrebbe diventare internazionale', vuoi per la credibilità del sound o dell'inglese, noi ci guardiamo e ci diciamo di non viaggiare troppo con la testa. Però è quello il nostro obiettivo, riuscire a dire la nostra anche al di fuori dall'Italia. E' il nostro sogno, non lo dico in maniera presuntuosa".

Fra qualche settimana partirà il tour: "E' quella la nostra dimensione e non vediamo l'ora. Un piccolo assaggino c'è stato agli Mtv Awards. In passato eravamo piaciuti ad Mtv e ci avevano passati alle 2 e mezza di notte, non il massimo per una band pop. Però ci piace Mtv e la vediamo dal '96, è uno dei nostri canali preferiti. A volte non ti rendi conto, poi arrivi sul palco e vedi tutte le persone che gridano il tuo nome. Io fino a sei mesi fa non ero nessuno, è stato strano".

La data zero del tour sarà l'8 luglio a Castel del Piano (GR): "L'allestimento del tour lo faremo a Grosseto, dove abita mio nonno. Avrò modo di andare da lui, è una figura importante dela mia vita. Sono cresciuto a casa sua. Dal 2010 non siamo riusciti ad andare spesso a Grossetto in modo periodico, ci manca stare in contatto con lui. E' una persona fantastica. E' ancora sul pezzo, ti dà i consigli giusti pur non sapendo cosa stai facendo. Prima di entrare ad Amici mi ha detto di tirare fuori la personalità".

Ma cosa dà fastidio della fama a Stash & Co? "C'è una sola cosa che ci dà fastidio. Anzi, è più paura di fastidio. E' la violazione della privacy. C'è stata una settimana in cui il nome della mia ragazza era il topic più cercato su Google. E' assurdo, questa roba mi fa paura perché io sono qui per fare musica. Ci sta che la fan si va a cercare il nome della ragazza, però la roba di vedere articoli e pagine web con il nome della mia ragazza mi ha fatto intimorire. Sono finito nella roba gossip e non mi interessa, voglio essere visto come uno che fa musica e non come il fidanzato di xxx".

Fra i progetti futuri anche un film? "A noi piacciono i film di Johnny Depp. Non rientra fra i progetti futuri prossimi, ma sarebbe bello riuscire a fare un film". Ed un duetto - richiesto a grande voi dai fan - con Alessandra Amoroso? "Magari, se a lei va bene...".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail