I The Kolors a The Flight su Rtl 102.5 (video): "E' imbarazzante vedere EveryTime in classifica. Tour? Non vediamo l'ora"

The Kolors a Flight su Rtl 102.5, il video e le dichiarazioni.

the-kolors-rtl.png

RADIOVISIONI Rivediamo i The Kolors ospiti a The flight, in onda martedì 16 giugno su Rtl 102.5: rispondono alle domande de La Zac e Fabrizio Ferrari.

The Kolors a The flight, il video e le dichiarazioni


Antonio Fiordispino

, leader e voce della band, ribadisce il motivo del suo nome d'arte: "Stash viene da una canzone dei Pink Floyd che si chiama Money, significa 'tesorino'. Poi sono stato a Londra ed ho scoperto che significa anche 'nascondiglio per la droga' mentre in California significa 'baffo'". E, poi, perché The Kolors? "Ci piaceva associare il nostro concept musicale ai colori, noi prendiamo i colori primari - quelli degli anni '70-'80, il rock, il funky ed il pop - e li misceliamo a nostro piacimento come se fossero colori. E viene fuori una sfumatura che, speriamo, abbia una propria identità".

Amici è arrivato per caso: "Stavamo per partire per Londra dove volevamo ripartire da zero, dai localini. Ci sentivamo abbattuti dall'industria italiana che ci diceva sempre no. Il 3 gennaio dovevamo partire per Londra e trasferirci lì. Il giorno dopo la prenotazione del volo ci ha contattati la redazione di Amici per fare un provino con altre band". Merito di Francesco Sarcina: "Noi dobbiamo ringraziare lui perché è stato lui a proporci alla produzione".

E quindi: "Siamo riusciti a tradurre in un linguaggio comprensibile a tutti un qualcosa che prima era etichettato come underground. Questo grazie al know-out di Elisa che ci ha messo a disposizione il suo bagaglio. E' grazie a lei e alle altre persone che ci hanno circondati dentro ad Amici che sono stato così positivo da poter tirare fuori delle canzoni. L'80% delle canzoni dell'album le ho scritte in sala relax ad Amici. Non è cambiato tanto, ci hanno solo dato una mano sulle strutture dei brani [...] Quando Elisa mi ha detto: 'Se vuoi io ci sto per cantarla sull'album', io mi stavo per ca*are sotto".

Ma ci sarà stato qualche momento di "down"? "La sensazione più brutta provata lì è stata la sensazione avvilente di inizio settimana quando dovevo preparare molti arrangiamenti. I giorni utili per preparare i 6-7 brani erano due, lunedì e martedì. Dovevamo ri-arrangiare brani e mantenere uno standard abbastanza alto, non volevamo deludere nessuno. E' stata la roba più scomoda, l'avvilimento nella sala prove numero 9. Abbiamo dormito pochissimo. Considera che nelle prime settimane del serale stavamo preparando l'album: dalle 9 alle 23 preparavamo le canzoni per Amici, dalle 23 fino alle 3/4 andavamo nello studiolo a fare l'album, quello che ci doveva rappresentare al di fuori. E' stata dura ma ce l'abbiamo fatta".

Su EveryTime, il singolo che sta spopolando in classifica e radio: "Ci fa un effetto stranissimo, questa canzone l'abbiamo finita un paio di giorni prima dei casting di Amici. E, oggi, ritrovarsela nelle classifiche è imbarazzante".

L'8 luglio con la data numero zero partirà il loro primo tour: "E' quella la nostra dimensione, non vediamo l'ora di tornare l'ora. L'esibizione agli Mtv Awards è stata una figata perché siamo tornati sul palco. Abbiamo amato tantissimo lo studio di Amici, ma una roba televisiva è molto diversa da una piazza. Lì è una macchina perfetta, deve andare tutto in maniera perfetta. Invece nel live c'è l'imperfezione che ti stimola di più. Stiamo cercando di dare un'identità, anche scenica, al nostro spettacolo. Anche quello fa parte del nostro mood di live. Non vediamo l'ora. Il 10 luglio partiremo carichi come una fionda".

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail