Emma Morton, incidente stradale: "Sono viva per miracolo con il mio compagno, indifferenza di chi ci ha tamponato"

Al settimanale Oggi parla la cantante-concorrente di X Factor 8, tamponata da un'auto che viaggiava a velcoità elevata e sopravvissuta allo schianto.

emma morton-incidente stradale

Grave incidente stradale per Emma Morton, la cantante barghigiana nota per la partecipazione a X Factor 8. L'artista, mentre stava ritornando da un concerto a Montecatini insieme al compagno Luca Giovacchini, all'altezza di Santa Lucia di Uzzano, vicino a Pescia, è stata tamponata da un'auto che viaggiava a velocità elevatissima.

A raccontare quanto avvenuto è stata la stessa Emma con un post sulla propria pagina Facebook: "Un ubriaco facendo 180km all'ora su una strada statale con un limite di 50km all'ora ha perso controllo della sua macchina e ci ha preso in pieno da dietro mentre si tornava dal nostro concerto felici e tranquilli. è successo tutto molto velocemente, abbiamo visto delle luci arrivare saltando da destra a sinistra ed abbiamo sentito un rumore terrificante, cattivo, minaccioso, mi sembrava l'urlo di un demone. L'impatto da dietro ci ha mandato per 50 metri sulla corsia opposta, testa a coda. Ci siamo presi mano in mano, io sgridavo mentre avrei voluto sospirare 'I love you Luca'. Non riuscivamo a vedere niente altro che luce, forte e accecante, e non sapevamo che cosa ci poteva venire incontro in questo viaggio scatenato, fuori nostro controllo, solo aspettare che finisse, accettando che la fine poteva andare in due modi: essere vivi o essere morti".

La macchina - ha continuato Emma - "è montata sul marciapiedi ed abbiamo tirato giu un palo della luce, varie cartelli e si è fermata finalmente in un campo, qualche metro da un muro. Ci siamo guardati cercando di capire se uno o l'altro aveva delle ferrite evidenti e Luca mi ha detto "usciamo dalla macchina subito". Abbiamo corso e ci siamo trovati qualche metro dalla nostra macchina ora irriconoscibile, devastata e mutata per averci salvato noi. Quando sono arrivati i vigili, ci hanno detto che la nostra sopravvivenza (dato l'impatto da dietro dall'altra macchina e l'impatto davanti dal lampione) era abbastanza miracoloso. Infatti, non ho dubbio che qualcosa, o qualcuno ci abbia salvato, e non smetterò mai di ringraziare quella forza sconosciuta che ci ha regalato la possibilità di portare avanti la nostra vita, il nostro amore, la nostra famiglia e la nostra musica".

Intervistata dal settimanale Oggi, in edicola mercoledì 27 maggio, la cantante aggiunge: "Sono viva per miracolo. Erano le due di notte e col mio compagno viaggiavamo su una strada statale, dritta e deserta. Tutto è successo in un attimo: le luci che ci venivano addosso, il botto incredibile. Una macchina che viaggiava ad almeno 160 chilometri all’ora, in una strada dove il limite è di 50, ci ha tamponato, prendendoci in pieno. L’impatto è stato fortissimo, la nostra auto è schizzata via come impazzita in testacoda, abbiamo prima sbattuto contro un palo della luce, poi siamo volati per 50 metri e finiti in un campo. Se sulla corsia opposta ci fosse stata un’altra macchina, non so se starei qui a raccontarlo".

Per fortuna la diagnosi, dopo il ricovero all'ospedale di Pescia, ha escluso danni gravi: colpo di frusta per Emma, mentre Luca se l’è cavata con una tendinite. "La mattina dopo sono uscita dall’ospedale e sono corsa dalla mia bambina. Durante l’impatto, mentre eravamo nell’auto impazzita, mi è apparso il suo volto. Quello che non mi riesco ancora a spiegare è l’indifferenza del ragazzo alla guida. E soprattutto la leggerezza di mettersi alla guida ubriaco, a quella velocità. E pensare che ha chiesto di non chiamare i soccorsi perché 'se no mi ritirano la patente'".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail