Fuoriclasse 4 ci sarà? Ecco come finisce la terza stagione. Rassegna stampa tra luci e ombre sulla fiction di Rai1

Ecco le analisi di Dipollina, Fagioli, Delbecchi e Bocca sulla terza stagione della fiction di Rai1. Ci sarà il seguito? Difficile dirlo... Ascolti in calo.

Con il matrimonio tra Isa e Enzo e la riappacificazione tra la professoressa Passamaglia e sua sorella Bea (mentre il figlio Michele, dopo la mancata storia d'amore con Stefania, ex del padre, non è tornato con Aida ma ha iniziato a frequentare una compagna di studi all'Università) si è conclusa la terza serie di Fuoriclasse (voto: 7). Ci sarà il seguito? Difficile prevederlo. Anche perché gli ascolti non sono stati brillanti come in passato... Sulla pagina ufficiale di Facebook si legge: "In molti ci hanno già chiesto se si farà una quarta stagione: noi speriamo di sì. Non c'è nulla di certo!".

fuoriclasse 3-michele-sorella-matrimonio isa

RASSEGNA STAMPA

Antonio Dipollina su Repubblica


"Qualche indecisione su dove andare a parare, troppo effetto sicuro nelle facce simpatiche o adolescenzialstrepitose (diciamo), ma al posto di RaiUno ci terremmo molto stretta la serie Fuoriclasse. L'affezione nasce dal fatto che non si nega la vulgata pop o gli amorazzi giovanili, ma lo fa con un passo più adulto e presentabile. E non solo perché uno dei prof spiega a uno studente chi era John Cage".

Andrea Fagioli su Avvenire


"C'è addirittura un figlio con due padri e a differenza di Una grande famiglia affronta tutto con apparente leggerezza fornendo un'immagine edulcorata anche della famiglia allargata dove i rapporti con i precedenti coniugi sono al limite dell'idilliaco. Si pensi all'ex marito e all'ex moglie di Isa e di Enzo. Sotto sotto, perché ben camuffato da situazioni comiche, il messaggio è comunque negativo per la famiglia tradizionale, che resta in un modo o nell'altro un bersaglio".

Nanni Delbecchi su Il Fatto Quotidiano


"Non è il peggio di quanto passa il convento di Raiuno, naturalmente ci si guarda bene dallo sfiorare i veri problemi della scuola, che è uno sfondo disneyano per gli intrecci sentimentali dei personaggi. Situazioni plausibili e personaggi a tutto tondo".

Riccardo Bocca su L'Espresso


"Gli autori hanno trasformato un prodotto dal profumo gradevole in un appuntamento degno di onesto disinteresse. Peccato. Perché la Littizzetto ha trovato la sintesi tra sensibilità e misura. Applausi, dunque, per l'umanità della docente Isa e fischi invece per ciò che le accade attorno. Fiction in bilico tra il grottesco e la conseguente noia. Impressione ribadita dall'abuso di luoghi comuni, personaggi farsa ed episodi a base di antica retorica".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO