Hair, rassegna stampa: Costantino della Gherardesca e il suo tocco brillante, programma leggero e autoironico

Ecco le analisi di Grasso e Bocca sul talent show trasmesso la domenica sera su Real Time e che ha incoronato vincitrice Consuelo Stoto.

costantino della gherardesca-hair-finale

RASSEGNA STAMPA su Hair (voto: 6), il talent show di Real Time dedicato alla ricerca del parrucchiere amatoriale migliore d'Italia vinto da Consuelo Stoto.

Aldo Grasso sul Corriere della Sera


"Costantino della Gherardesca rende tutto brillante, leggero, un divertissement da estetiste. In sé il concept del programma non ha nulla di nuovo, è l'ennesimo tentativo di applicare la consolidata formula del talent a un ambito professionale in cui si esercita la creatività. Tra vigorosi colpi di lacca e applicazioni selvagge di extension, tra ricerche del carrè perfetto e ciuffi cotonati ad altezze vertiginose, il programma segue le classiche regole del genere. Ci sono prove da superare, c'è la caratterizzazione psicologica dei concorrenti attraverso le loro storie di vita e infine c'è la competizione spinta al massimo per guadagnarsi l'approvazione dei due giudici, Charity Cheah e Adalberto Vanoni, esperti del settore. I due sono molto tecnici ma non hanno mostrato grande resa televisiva. L'impressione è che Costantino della Gherardesca abbia ormai conquistato un certo mestiere televisivo, che gli consente di passare con agilità dai paesaggi esotici di Pechino Express al fintissimo salone di bellezza di Hair: il suo segreto sembra quello di prendere con estrema serietà cose molto superficiali, sempre con il giusto distacco ironico".

Riccardo Bocca su L'Espresso


"Esiste un programma televisivo leggero, divertente, consapevole della propria frivolezza e però al tempo stesso interessante, garbato, rilassante, empatico e autoironico? Sì e ha per titolo Hair. Costantino, in questo clima in bilico tra rigore e gioco, afferra la sua prestazione migliore. Certo, obietterà qualcuno, stiamo ancora parlando di talent, di giudici, delle solite eliminazioni. E in effetti è triste, come condizione umana. Ma almeno qui non si sprofonda negli inferi della banalità".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO