Amici 14, Davide Mogavero a Blogo: "Non mi arrendo. The Voice? Non si scherza con i sogni. L'album a fine maggio"

Il cantautore salentino parla di Amici 14 (e dei suoi "rimpianti"), del post X Factor, del tweet di The Voice e del nuovo album. Intervista.

INTERVISTA DI BLOGO "Continuerò a cantare in cameretta mia, sempre". Con queste parole il salentino Davide Mogavero ha salutato il pubblico del primo serale di Amici 14. E' toccato proprio a lui, infatti, abbandonare il talent alla prima puntata. Ma, ci tiene a precisare a Blogo, quella non era rassegnazione: "Non mi arrendo, sono un sognatore e continuerò ad esserlo". L'album è già pronto ed uscirà a fine maggio, mentre il singolo - Amore svegliami - uscirà prestissimo (ma non c'è ancora una data, o non ce la vuole dire). Ecco la nostra intervista.

Davide Mogavero, Amici 14, intervista

Partiamo con la domanda più banale: che esperienza è stata?

"E' stata un'esperienza bella ed inaspettata. Avendo già partecipato ad un altro talent (X Factor, ndB), non mi aspettato una possibilità del genere. E' stata una seconda occasione e devo dire un grazie enorme a chi ha creduto in me. Ho lavorato con dei professionisti ed è incredibile, posso solo crescere grazie ai consigli che mi hanno dato".

Sei stato il primo ad uscire, arrabbiato?
"Mi sono inca**ato (ride, ndB). E' ovvio che non ho tenuto un party dopo l'eliminazione, sono un po' amareggiato e dispiaciuto. Soprattutto perché non ho avuto modo di far conoscere il vero Davide, è emerso solo il mio lato da interprete. Il più grande rammarico è non aver potuto far ascoltare i miei pezzi inediti, c'era già un album ed alcuni singoli pronti ad uscire. Mi è dispiaciuto".

Elisa, a Luca, ha detto: "Cantava anche meglio di te sotto certi punti di vista perché comunque faceva delle robe che magari tu non sai fare". Tu che ne pensi di Luca?
"La vittoria di Luca è stata giusta in quel contesto. Ma la sfida finale non era ad armi pari e mi è dispiaciuto. Non ho avuto la possibilità di giocarmela ad armi pari. Anche se ho cantato un grande pezzo di Zucchero, sarebbe stato diverso proporre un mio brano. Ma è un gioco, queste sono le regole e va bene così".

Subito dopo l'eliminazione, a Maria De Filippi, hai detto: "Continuerò a cantare in cameretta mia, sempre". Mi era sembrata una frase di rassegnazione e, lì, mi sono inca**ato io...
"(ride, ndB)  Era una frase giusta. Io parto dalla mia camera, ci faccio dei grandi concerti. Non era rassegnazione. Non mi arrendo, sono un sognatore e continuerò ad esserlo finché avrò forza di respirare. Ora ricomincio a correre, più veloce di prima, per inseguire questo sogno che rimane lì, non lo abbandono".

I tuoi fans, dopo l'eliminazione, si sono scatenati su Twitter con l'hashtag #DavideMeritaAmici. Un bel segno di affetto...
"A loro devo un grazie enorme. E' grazie ai fan se gli artisti esistono. E sarà grazie a loro se, ora, succederà qualcosa. Ora inizia un nuovo percorso e cercherò di farlo insieme ai miei fan".

L'album e il singolo sono già pronti. Quando usciranno? Ci sono già dei titoli?
"L'uscita del singolo è imminente, uscirà prestissimo. Poterebbe essere il brano Amore svegliami. Anche l'album è pronto".

Qual è l'etichetta che ti produce?
"L'album uscirà a fine maggio con DuEffelMusic, l'etichetta con cui collaboravo già prima di Amici. Ci anche pezzi scritti da me, oltre ad alcune collaborazioni con autori forti".

Che rapporto si era creato fra voi Bianchi?
"Mi sono trovato bene con tutti. Con Briga era nato un bel rapporto, nonostante i nostri caratteri molto differenti. C'è stata affinità. Mi ha anche regalato un suo cappello. Sicuramente ci rincontreremo fuori".

Com'è stato, invece, lavorare con Emma?
"E' stato interessante, anche se abbiamo avuto poco tempo. Non abbiamo avuto modo di conoscerci fino in fondo. Ma ho subito capito che è una persona tranquilla, poi siamo entrambi salentini e ci siamo trovati bene".

Facciamo un passo indietro. Cosa non aveva funzionato dopo X Factor? Il contratto di esclusiva con Sony ti aveva precluso qualche strada?
"Non è stata colpa di Sony. Io avevo appena 17 anni, ero abbastanza immaturo artisticamente. Dopo quell'esperienza ho avuto l'opportunità di crescere, ma lì mancava la maturità giusta. Era la mia prima esperienza in assoluto".

Il tuo compagno di categoria di allora, Ruggero Pasquarelli, sta avendo un grande successo con Violetta. Vi sentite ancora?
"E' sempre in giro per il mondo con il tour di Violetta, non c'è modo di vedersi ma ci sentiamo spesso. E' stato a Roma di recente con il musical e sono andato a vederlo, ci siamo salutati. E' sempre un piacere incontrarlo e sono felice per questa sua esperienza, se la merita. E' un gran bravo ragazzo e fa bene il suo lavoro".

Francesco Renga aveva scritto l'inedito Il tempo migliore, presentato proprio a X Factor. Quando è stata annunciata la sua presenza in giuria ad Amici, i malpensanti hanno parlato di una strada preferenziale per te...
"C'era la strada preferenziale... ma per uscire per primo. Sono solo voci, ci sono tante cattiverie. Hanno pure detto che avevo già un contratto con Sony: se fosse stato vero, non sarei uscito alla prima puntata e non sarebbe andata così. Dimostra che non avevo strade preferenziali, non ne ho mai avute e mai ne avrò. Continuerò a fare quello che ho sempre fatto, a lavorare duro. Magari ci vorrà più tempo...".

Hai letto, invece, il tweet - antipaticissimo - dell'account ufficiale di The Voice? "Davide, adesso ti aspettiamo a #TVOI".
"(ride, ndB) Mi sono fatto una risata. Era un post ironico, ho partecipato a due talent sul territorio nazionale. Non ho risposto e non mi sento di rispondere nulla perché oggi conosciamo tutti le difficoltà che i giovani incontrano per emergere ed affermarsi. Senza avere una vetrina importante è veramente difficile. Io ho colto l'opportunità di Amici al volo e lo rifarei altre cento volte. Non me la sentirei di ironizzare sul sogno di un ragazzo, qualsiasi esso sia. E' una strada difficile e dura. Però li ringrazio per aver parlato di me".

Chi vincerà questa edizione di Amici? E per chi tifi?
"Non saprei risponderti, è tutto imprevedibile. Io non mi aspettavo di uscire alla prima, non c'è una logica e non ho ancora capito i meccanismi. A me piace Giorgio, i favoriti li conosciamo tutti... ma potrebbe esserci una finale inaspettata".

Segui Reality & Show su FacebookTwitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail