Isola dei famosi, Rachida a Blogo: "Toccato il cielo con un dito, onore enorme per un'immigrata come me" (audio imitazione Cecilia)

La cuoca e quinta eliminata de L'isola dei famosi 2015 racconta a Blogo la sua esperienza ma non solo... imita Cecilia Rodriguez (ecco l'audio).

Isola 2015, Rachida

INTERVISTA DI BLOGO E' stata, come prevedibile, una delle concorrenti più amate, più chiacchierate e più discusse dell'Isola dei famosi 10. Chi l'aveva conosciuta a MasterChef lo sa bene: Rachida Karrati non ha peli sulla lingua, è sempre se stessa, nel bene e nel male. E anche in Honduras ci ha regalato emozioni, ci ha fatto ridere e divertire con la sua inconsapevole ironia. "Rachida ha toccato il cielo con un dito, è un onore enorme per un'immigrata come me" dice la cuoca a Blogo. Ora tornerà al suo lavoro di sempre, anche se il suo sogno è quello di portare la cultura marrocchina nella cucina italiana. Lo farà sempre con umiltà perché, dice, "non guardo troppo in alto altrimenti cado, mi faccio male e non mi rialzo più".

Allora, Rachida, com'è andata sull'Isola?

"E' stata un'Isola bellissima, forte. L'ho provata sulla mia pelle, non è semplice raccontare a parole l'emozione che ho provato, non ci riesco".

Quali sono stati i momenti più belli?
"Ce ne sono stati tanti. Quello più particolare è stato l'arrivo di mia figlia, è stato un bel momento. Quando l'ho abbracciata ho visto un 'raggio di un petardo', è passata una luce davanti ai miei occhi e non ho visto più nulla. I figli ti fanno muovere la pancia, il sangue ed il cuore. E' stata un'emozione forte, meno male che mi sono ripresa. Ma anche il lancio dall'elicottero è stato un bel momento".

L'ultima settimana hai "perso la brocca". Cosa era successo?
"Ci sta perdere la brocca, ci sta. C'era stanchezza, mancavano gli affetti. Io ho goduto L'isola, era il mio momento, c'era unione fra noi. L'ultima settimana ho perso la brocca ma non è stata una tragedia, c'è stata una discussione perché io non sopporto l'arroganza e la falsità, mi scateno e non ho pazienza. Però ho fatto una bella figura, non sono perfetta, ho fatto degli errori ma fanno crescere".

Comunque ti abbiamo visto molto più tranquilla rispetto all'esperienza di MasterChef, sbaglio?
"Io lo ammetto, quando vedo la falsità perdo la testa. Non sopporto l'arroganza e la falsità, non sopporto chi parla dietro le telecamere e dietro le spalle. Sono fatta così: troppo emotiva, non dico che sono perfetta ma dentro di me c'è un personaggio vero. Non racconto mai cose non vere, è inutile, la falsità non dà niente. Meglio una verità dolorosa. Sull'Isola, poi, ho ricoperto il ruolo di madre, non sono la loro vera madre ma erano tutti figli miei. L'ho fatto con il cuore e tanto affetto".

Hai ricoperto anche il ruolo di cuoca. Si può sperimentare sull'Isola?
"Avevamo sempre il riso, 50gr al giorno. E abbiamo trovato un tipo di insalatina buonissima al gusto di cicoria, la conoscevo perché c'è anche in Marocco. Così abbiamo risolto il problema della fame. L'ho cucinata ed è piaciuta ai ragazzi, l'hanno apprezzata. Quest'anno l'Isola è stata ricca, non c'è stata troppa fame. Siamo stati fortunati ed io ero contenta e felice per questo ruolo, era la mia passione".

Quando è arrivata Cecilia sull'Isola ti ha fatto arrabbiare perché voleva metter mano ai fornelli...
"Questo deve essere chiaro: non doveva chiedermi il permesso per cucinare, ma era il modo sbagliato. Ci sono modi per fare le cose. Lei non accettava che cucinassi solo io. Ma io non avevo problemi a cedere il mio posto in cucina, l'ho proposto agli altri ragazzi e a Rocco tante volte. Non sono state fatte vedere queste cose ma non importa, lo so io e lo sanno i ragazzi sull'Isola. Ero anche disposta ad insegnare a cucinare agli altri, ma nessuno era interessato, volevano la 'pappetta' pronta. Ho anche ceduto spesso il mio pasto agli altri, la mia fame non mi fa paura. Cecilia era gelosa, ma non sono uscita per colpa sua: era arrivato il mio momento".

Perché ti sei affezionata così tanto a Rocco?
"Cosa devo dirti? Rocco è un personaggio. Oltre al suo lavoro, è una persona troppo umana. Si ricorda dei suoi inizi senza soldi, ci parlava delle sue difficoltà e della sua famiglia. Non si vergogna a raccontare le sue cose, ha aperto il suo cuore a me ed io mi sono aperta a lui. E' troppo troppo troppo bravo".

Sull'Isola ti sei pure dilettata nelle imitazioni: hai fatto anche Alessia Marcuzzi...
"(ride, ndB) Io avevo un debole per quattro-cinque personaggi forti qua in Italia: ero pazza di Mara (Venier, ndB) quando era con Massimo Giletti, Simona Ventura, Federica (Panicucci, ndB), anche Maria Teresa (Ruta ?, ndB), Barbara (d'Urso, ndB) ha un'energia... come Paolo Bonolis. Rachida ha toccato il cielo con un dito, è un onore enorme per un'immigrata come me. E poi adesso il mio compito è di lasciare un'impronta della mia cultura con dignità e testa alta. E' questo il mio sogno".

Torniamo alle imitazioni. Valerio ti imitava alla perfezione...
"(ride, ndB) Ci siamo divertiti tanto. Adesso imito anche Cecilia, posso farla?".

Certo...

(ride, ndB) Ci siamo divertiti tantissimo, giuro. Sono uscita a testa alta, io so cosa ho fatto. Ho goduto l'Isola con una massima concentrazione. La natura ti regala consigli belli, ti guida e ti porta nella direzione giusta, senza telefoni e tecnologia. Bella, la farò volentieri anche un'altra volta".


Adesso per chi fai il tifo?
"Rocco, come me, ha già vinto. Ha già raggiunto il suo obiettivo, non ha bisogno di vincere. Io auguro di vincere alle gemelle. Sono giovani, brave, piene di energia, non si stancano mai. Devono realizzare il loro sogno. Ho sempre dormito in mezzo a loro, ci abbracciavamo, mettevano le loro gambe sopra di me, ci baciavamo... Erano le mie figlie".

Cosa succederà nel futuro di Rachida?
"Non guardo troppo in alto altrimenti cado, mi faccio male e non mi rialzo più, guardo verso il basso. Ho 50 anni, devo fare le cose fatte per bene, piano piano. Mi piace la vita normale e tornerò al mio lavoro di prima. Il mio sogno, però, è continuare a cucinare. La gente dice che è buona la mia cucina, vorrei portare la mia cultura qua o portare l'Italia in Marocco".

Grazie, Rachida...
"Ringrazio tutti quelli che credono in me. Grazie al calore umano e grazie a questo Paese che mi ha dato tanto. Dio è sempre con noi, basta che ci siano pensieri positivi".

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

  • shares
  • Mail