Rds Academy, Diletta Leotta: "La radio in tv? Scommessa vinta. Io non sarei entrata in Accademia, provini difficili"

Diletta Leotta parla di Rds Academy. Intervista a Reality & Show.

INTERVISTA A REALITY & SHOW Rds Academy, il talent dedicato al mondo della radio, è arrivato alle battute finali. Lunedì 7 luglio, su Sky Uno, scopriremo il nome di colui che si aggiudicherà l'ambito contratto con Rds. Intanto noi abbiamo scambiato due chiacchere con la conduttrice/rivelazione Diletta Leotta.

"Sono felicissima. Mandare la radio in tv era una scommessa e il fatto che abbia avuto successo vale il doppio. Per me, poi, è stata una palestra. Ho imparato io stessa grazie ai tanti esperti che sono venuti a fare lezione in Accademia. Sono stata una spugna".

 


C'è una voce che ti ha convinta più delle altre?
"Certo, ma non ti dirò mai quale (ride, ndB)".

 


E invece i tre giudici ti hanno convinto?
"Anna Pettinelli è una donna forte che sa dare consigli giusti e ti dà la possibilità di imparare. Allo stesso tempo, però, è una donna molto dolce. È per questo che riesce ad essere una giudice perfetta".

 


Giovanni Vernia?
"E' simpaticissimo. Ci voleva un giudice come lui per alleggerire la tensione e lo stress dell'Accademia".

Matteo Maffucci?
"Matteo è proprio bravo. Lui doveva fare il giudice da sempre: riesce ad essere sincero e a trovare l'essenza delle persone. È empatico".

Loro tre hanno dovuto dire molti no durante questo percorso. Tu sei giovanissima, ma quanti ne hai ricevuti in campo lavorativo?
"Ne ho ricevuti tantissimi ma può capitare - ed è capitata spesso - la volta buona. E mi bruciavano tutti quanti perché quando faccio una cosa cerco di dare sempre il massimo".

E, invece, quando è stato il primo sì?
"Il primo sì è stato in Sicilia, da giovanissima. Ma il primo, vero, grande sì è stato Sky Meteo 24. Sono entrata in questa grande realtà nazionale a 20 anni ed è stato folgorante".

Pochi anni fa hai ricevuto un sì anche dalla radio, R101...
"È stata un'esperienza divertente è dir poco. Ero con la Gialappa's Band e ti lascio immaginare. Loro ti sovrastano e devastano in un secondo. Mi hanno insegnato i tempi della radio ed i tempi comici".

I tre giudici ti avrebbero promossa ad un eventuale provino di Rds Academy?
"Assolutamente no (ride, ndB). Quei provini sono stati veramente difficili. Dall'esterno può sembrare facile ma non lo è. Si può restare fuori per un errore microscopico".

È complicato emergere nel mondo dello spettacolo, soprattutto se si ha 22 anni. Tu come hai fatto?
"La cosa essenziale è cercare di essere il più possibile se stessi. Il fatto di avere 22 anni ti può aiutare ad avere un po' di freschezza ma allo stesso tempo ti penalizza perché hai poca esperienza. Quindi bisogna stare super attenti a tutto quello che ci circonda ed essere molto curiosi".

Hai anche partecipato a Miss Italia...
"E' un'esperienza che ormai ho dimenticato. Ma ogni volta provo a ricordarla con il sorriso. Ero piccolina e ho capito che il troppo narcisismo non era la mia strada".

Ora dove sogni di arrivare?
"Io ambisco in alto stando con i piedi per terra. Ogni anno mi auguro di fare un passo in avanti ma sempre con consapevolezza. Insomma, mi auguro di non fare mai il passo più lungo della gamba".

Diletta Leotta, Rds Academy, Intervista

Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.

Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO