Belen Rodriguez canta per Cristiano Malgioglio: la bella argentina da soubrette a popstar?

Belen si dà al canto con una versione pop dance di un vecchio brano di Marcella Bella, scritto da Malgioglio.

belenrodriguezok.jpg La notizia è certa perché la dà direttamente Cristiano Malgioglio con un tweet: "Belen incidera' in spagnolo Femmina Bella brano scritto Da me per la mitica Marcella Bella. Versione pop dance. . A presto. Kisssssssss". A parte la punteggiatura, le maiuscole e le s di kiss messe un po' random, l'annuncio è di quelli importanti, almeno nel piccolo mondo della televisione: Belen che si spoglia del ruolo di soubrette e prova a darsi al canto, ce la farà? Ci conquisterà anche come popstar?

Le critiche, ancora prima che il pezzo esca, saranno prevedibilmente tantissime e già piovono sui vari social network: che c'entra Belen con la musica, quali capacità ha, perché non resta a fare la soubrette in televisione, dall'essere bella a saper cantare ce ne corre, non si può voler fare tutto, eccetera eccetera.


Ora, a parte che ormai cantano tutti, secondo la nuova tendenza lanciata dai talent show, è ovvio che la principale dote della signora De Martino risiede nella sua bellezza fuori dal comune, che ha stregato gli italiani e incantato le italiane. Ma la bellezza, come cercavo di spiegare in un vecchio post, non è un valore secondario o addirittura disprezzabile, anzi: tutte le arti, dalla letteratura al cinema, passando per la pittura e la scultura, sono sostanzialmente espressione del bello. E in campo artistico l'espressione estetica sopravanza qualsiasi valutazione di tipo etico, sociale e politico.


Certo, c'è differenza tra la bellezza espressa dalla Divina commedia o dalla Gioconda, e quella della Rodriguez, ma senza dubbio la sua avvenenza fuori dal comune, già di per se stessa, giustifica la presenza in televisione. Poi, una volta che c'è, mica può limitarsi a fare la bella statuina: è normale che si cimenti nella conduzione, nella recitazione e adesso nel canto. Tra l'altro, ha già dimostrato di sapersela cavare dignitosamente: nel Sanremo del 2011, a fianco della Canalis, apparve chiaro a tutti chi poteva stare sul palco solo in ragione del suo aspetto (e del suo fidanzato) e chi invece aveva anche altro da offrire.


Ciò non toglie che Belen abbia l'occasione di cantare (e di presentare, recitare e apparire) quasi esclusivamente in ragione della sua bellezza, ma non si può certo pretendere che nel canto sia all'altezza della sua perfezione estetica, altrimenti dovremmo aspettarci di sentire la voce di Aretha Franklin o di Tina Turner! E non penso che sarà questo il caso.


Segui Reality & Show su Facebook, Twitter e Google+.


Dì la tua qui sotto in area-commenti.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO