Ballando con le stelle, Giancarlo De Andreis parla di "ascoltopoli" ma nega accuse come Paolo Belli

L'autore di Ballando con le stelle e la spalla di Milly Carlucci ricorrono a Twitter per motivare le "strane sconfitte" del programma sui dati Auditel. Al Sorrisi smorzano tutto.

Ascoltopoli-tweet-de andreis-ballando.png La sfida degli ascolti tra Rai e Mediaset conosce un nuovo terreno, quello dei social network. E lo scontro va in scena su Twitter, come rivela Tv Sorrisi e Canzoni, in edicola martedì 31 gennaio.

Ballando con le stelle (voto: 7) e Italia's got talent (7) si sfidano sul filo dello share: nella prima puntata hanno prevalso Milly Carlucci (7) e i suoi ballerini, ma dalla seconda in poi, compreso sabato scorso, si sono imposti i talenti "giudicati" da Maria De Filippi (8), Gerry Scotti (7) e Rudy Zerbi.


Un capovolgimento che ha ispirato qualche "cinguettio" di troppo agli addetti ai lavori: "Le bambine hanno preferito non guardare Andrés Gil e Laura Esquivel... Nel '92 Tangentopoli, nel 2006 Calciopoli, nel 2012 Ascoltopoli". A scrivere il tweet, ripreso da Tvblog.it, è Giancarlo De Andreis, autore di Ballando con le stelle.


Lo stesso De Andreis rincara così: "In 25 anni sono cambiati 2 Papi, 5 presidenti della Repubblica, 9 commissari tecnici della Nazionale. Il presidente dell'Auditel invece è sempre lo stesso". E ancora: "Weekend finito alla grande e settimana iniziata ancora meglio. Una parola echeggia nell'aria: Ascoltopoli!".


Ascoltopoli? C'è di che sobbalzare. Tanto più che tra gli interlocutori di De Andreis c'è anche un paladino del pubblico, come Paolo Belli, che affida al suo profilo un altro commento come questo: "In campo do sempre il massimo e quando il mio avversario vince correttamente tendo sempre la mano. Ma quando vince scorrettamente...".


Interpellati da Sorrisi, i protagonisti dell'insolita battaglia via Twitter smorzano i toni. Dice Paolo Belli: "Non voglio entrare nelle polemiche degli ascolti anche perché non mi hanno mai appassionato. Ballando con le stelle e Italia's got talent sono due programmi che stanno andando molto bene. I miei commenti nascevano in risposta a una riflessione un po' superficiale di qualcun altro. Penso che ognuno di noi stia lavorando con serietà e passione e che si debba avere il massimo rispetto di tutti".


De Andreis, inseguito dai blogger che chiedono dichiarazioni e commenti, è ancora più frastornato e spiega: "Sono un neofita di Twitter e francamente non mi ero reso conto di quanto potere avesse. Ascoltopoli? Ma no, non facevo nessuna accusa né all'Auditel né ai colleghi dell'altro programma. Erano chiacchiere tra amici, come quelle che si fanno al bar dopo le partite di calcio".


Solo chiacchiere e nessun riscontro ad affermazioni gravi? L'unica certezza, allora, è che non tutti sanno perdere con stile e classe.


LINK UTILI
Maria De Filippi regina della tv generalista: "Punto sull'unicità e trasformo i miei programmi"


Italia's got talent 3 ribatte Ballando con le stelle 8: 6,7 milioni (28,43%) contro 5,2 (21,86%)


Italia's got talent, Maurizio Costanzo: "Ha successo perché cambia sempre, Ballando è uguale..."


Ballando con le stelle, Milly Carlucci: "Ascolti? Meglio sfalsare i 2 show, stimo Maria De Filippi"

  • shares
  • Mail