Sanremo 2012: Chiara Civello in dubbio, Macy Gray al posto di Nina Hagen, sì alle cover di Battisti

Ultime news sul 62° Festival di Sanremo: D'Alessio-Bertè restano in gara e cambiano "partner" per il duetto, in forse Chiara Civello, Emma Marrone e Noemi potranno riproporre Battisti.

Emma Marrone-a-.jpg Al 62° Festival di Sanremo resta il "giallo" sui brani non completamente nuovi. Il criterio, già utilizzato in passato, è quello di escludere dalla gara le canzoni se hanno generato introiti Siae e di non escluderle se non li hanno generati. Per il brano di Gigi D'Alessio e Loredana Berté - che ha visto pubblicata sul web solo una parziale anteprima - la risposta appare ormai assodata: Respirare non può avere ancora generato diritti Siae e quindi resterà in gara.

Con loro due non si esibirà più Nina Hagen sulle note di Auf Der Welt ma Macy Gray con cui i due artisti italiani canteranno The flame, versione in inglese di Almeno tu nell'universo (brano reso celebre dalla sorella della Berté, Mia Martini). All'origine del cambio di programma ci sarebbero altri impegni che impedirebbero a Nina Hagen di raggiungere la riviera dei fiori nei giorni del Festival.


Per il brano di Chiara Civello il discorso potrebbe essere diverso. Se è vero, come sostiene il manager dell'ex X Factor Daniele Magro, che dopo aver tentato con quel brano l'ingresso in Sanremo Nuova Generazione, il cantante lo ha poi eseguito più volte in pubblico, è facile che abbia generato degli introiti. Basta una serata in un piano bar e l'iscrizione del brano nel borderò della serata compilato dai gestori per generare dei diritti, seppure irrisori.


Si è sgonfiata sul nascere invece e non avrà conseguenze la polemica sulle cover di Lucio Battisti. Non c'è nessun problema per i brani che verranno eseguiti il giovedì sera, nell'ambito della serata-tributo 'Viva l'Italia', da Noemi ed Emma Marrone (foto: Infophoto): Noemi canterà con Sarah Jane Morris To feel in love (Amarsi un po') ed Emma eseguirà con Gary Go In Paradise is half as nice (Il Paradiso). Lo stesso direttore artistico del Festival Gianmarco Mazzi ha raccontato che la cosa non è piaciuta alla vedova di Lucio Battisti, Grazia Letizia Veronese, che avrebbe cercato di impedire l'esecuzione dei due brani. Ma si è trattato di un intervento di 'moral suasion', nel solco della linea di stretto controllo della memoria battistiana che la vedova persegue da sempre, che non avrà conseguenze sulla 'scaletta' del Festival. Anche perché non c'è modo di impedire legalmente una rivisitazione di un brano musicale che avvenga nel rispetto del copyright.


LINK UTILI
Gianmarco Mazzi consulente della Fascino per il serale di Amici: avrà rapporti con i discografici

Festival Sanremo 2012: D'Alessio, Bertè, Civello? Presenti

  • shares
  • Mail