Zelig, rassegna stampa: Paola Cortellesi ha poco spazio, appannamento nelle battute del varietà

Rassegna stampa sul programma del venerdì sera di Canale 5 con le considerazioni di Grasso e della Mori che stigmatizzano il contributo poco incisivo di Paola Cortellesi.

Michelle Hunziker-Paola Cortellesi-Zelig-.jpg La prima puntata di Zelig (voto: 6,5), il varietà del venerdì sera di Canale 5, ha deluso le aspettative, quella numero 100 (già registrata) ha rimesso in evidenza il poco spazio affidato a Paola Cortellesi (8).

RASSEGNA STAMPA Aldo Grasso sul Corriere della Sera: "In tutta la serata non c'è stata una battuta da ricordare, tutto si è mantenuto su un tono medio senza particolari guizzi. Certo, nonostante l'appannamento, quello di Zelig rimane un marchio di successo, chiamato a risollevare le sorti dell'intrattenimento targato Mediaset che quest'anno non ha navigato in acque molto fortunate. E lo show rimane un grande spettacolo popolare.


Il problema più grosso però è quello legato alla conduzione: una coppia di conduttori forti valorizza ed esalta il contenuto che è chiamata a incorniciare, mettendo in ombra limiti e scontatezze dei comici. L'anno scorso, l'arrivo di Paola Cortellesi aveva impresso una svolta linguistica importante e riuscita allo show, e la vera sfida era sembrata quella di trovare un equilibrio tra lei e Bisio, spesso molto più bravi degli altri comici. L'altra sera il suo ruolo è parso invece molto ridimensionato (quel frac bianco, poi!), forse una scelta espressiva per concentrare l'attenzione sui comici. Però che senso ha affidarsi a lei se poi la si relega a fare da spalla agli Emo, a commentare con la mimica facciale i tormentoni di comici anche modesti? Basta che torni per un attimo a fare quello che le riesce meglio, lo sketch di musica e imitazione, e subito l'atmosfera cambia, il tono s'innalza, anche Bisio sembra un po' meno insofferente".


Alessandra Mori su Libero: "Non basta il balletto con la spumeggiante Michelle Hunziker (foto: Infophoto), al Teatro Arcimboldi per l'occasione, a portarla sotto i riflettori come merita. Perché Paola è soprattutto una comica, brava. E allora uno si aspetta che il suo contributo sia più incisivo, come del resto lo è stato l'anno scorso.


Va bene che al momento non ci sono personaggi politici capaci di ispirare particolari imitazioni, ma limitare la Cortellesi al ruolo di presentatrice è un po' come lasciare in panchina un fuoriclasse del calcio. Non ha senso. Nemmeno se ciò fosse dovuto al fatto che ci sono tanti comici e i tempi sono stretti, col risultato che, come si vocifera, non ci sarebbe abbastanza spazio anche per lei. Perciò speriamo di vederla presto in azione".


LINK UTILI
Zelig, Michelle Hunziker per la puntata numero 100 / Autori: "Vanessa Incontrada? Niente contro noi"

Zelig festeggia 100 puntate, riecco Ale&Franz/Paola Cortellesi: "Mi diverto molto con Claudio Bisio"

  • shares
  • Mail